Auburn Hills – Nel 2013 Chrysler Group ha registrato un miglioramento del 9 per cento segnando il quarto anno consecutivo di incrementi. Rispetto al 2012, le vendite di autovetture sono cresciute dell’11 per cento mentre per i truck l’aumento si è attestato all’8 per cento.
Nel mese di dicembre Chrysler Group ha venduto negli Stati Uniti 161.007 unità, in aumento del 6 per cento rispetto alle 152.367 unità dello stesso periodo del 2012, con il Gruppo che segna il miglior dicembre dal 2007 e il quarantacinquesimo mese consecutivo di crescita. I marchi Jeep e Ram Truck hanno entrambi registrato incrementi percentuali a doppia cifra rispetto a dicembre 2012 mentre il marchio Fiat è cresciuto dell’1 per cento.
JEEP – Le vendite sono cresciute del 34 per cento, segnando il miglior dicembre in assoluto e il più elevato aumento percentuale tra i vari marchi del Gruppo Chrysler. Le vendite di dicembre sono le tra le migliori mai registrate, seconde solo al livello record di luglio 2005. Nel 2013 il marchio ha segnato un record di vendite annue a livello globale. Con 15.038 unità vendute nel secondo mese completo di commercializzazione, il nuovo Cherokee ha conseguito un incremento del 48 per cento rispetto al precedente mese di novembre e superato le vendite registrate dal Wrangler.
Tre i modelli del marchio – Wrangler, Patriot e Compass – che hanno registrato miglioramenti rispetto a dicembre 2012. Il Patriot ha conseguito un aumento del 35 per cento, il più elevato tra i vari modelli del marchio, mentre le vendite di Wrangler sono cresciute del 4 per cento. Entrambi i modelli hanno registrato il miglior dicembre in assoluto.
RAM TRUCK – Ha conseguito un aumento del 17 per cento rispetto a dicembre 2012. Le vendite di Ram pickup sono cresciute dell’11 per cento, segnando il miglior dicembre dal 2004 e il quarantaquattresimo mese consecutivo di aumenti. La versione pesante è risultata in crescita del 16 per cento, mentre la versione leggera ha conseguito un incremento del 7 per cento. Le vendite del nuovo ProMaster, commercializzato da ottobre 2013, sono aumentate del 126 per cento rispetto al precedente mese di novembre.
La divisione Ram Commercial Truck ha annunciato che produrrà un nuovo veicolo, il ProMaster City, un piccolo van destinato al mercato nord americano.
Per l’intero esercizio, le vendite del marchio sono cresciute del 22 per cento segnando il più elevato aumento percentuale tra i vari marchi del Gruppo Chrysler.
FIAT – Le vendite del marchio Fiat hanno registrato un incremento dell’1 per cento rispetto a dicembre 2012. La nuova 500L, lanciata a giugno, ha conseguito un aumento del 52 per cento rispetto al precedente mese di novembre.
DODGE – Le vendite  hanno registrato un calo del 9 per cento rispetto a dicembre 2012 ma sono cresciute del 14 per cento per l’intero esercizio trainate dalle ottime performance di Dart,  Durango e Challenger. Il Durango ha conseguito un incremento del 3 per cento rispetto a dicembre 2012 segnando il quattordicesimo mese consecutivo di aumenti e il miglior dicembre degli ultimi otto anni. Le vendite di Charger sono aumentate del 29 per cento rispetto a dicembre 2012.
CHRYSLER – Nel mese di dicembre ha registrato una diminuzione del 21 per cento. Il Town & Country ha tuttavia conseguito un aumento del 5 per cento segnando il miglior dicembre degli ultimi tre anni. Per l’intero esercizio, le vendite di Town & Country sono aumentate del 9 per cento mentre la Chrysler 200 è cresciuta del 3 per cento.
CANADA – Nel 2013 Chrysler ha registrato un aumento delle vendite complessive del 7 per cento raggiungendo le 260.015 unità (243.845 nel 2012) che confermano Chrysler al secondo posto nella classifica costruttori. Dicembre è stato il quarantanovesimo mese consecutivo di aumenti delle vendite, che rappresenta il periodo più lungo di crescita nella storia di Chrysler Canada. A dicembre sono stati venduti 15.445 veicoli contro 14.756 nello stesso mese del 2012, con un aumento del 5 per cento.
Nel mese di dicembre, le vendite di Jeep hanno registrato un aumento del 56 per cento raggiungendo le 3.668 unità. Tra i modelli più venduti ci sono il nuovo Cherokee con 1.508 unità e il Grand Cherokee che con 882 unità vendute ha registrato un incremento del 29 per cento rispetto a dicembre 2012. Per quest’ultimo, le vendite dei modelli con motorizzazione diesel hanno rappresentato il 17 per cento del totale.
A 30 anni dal lancio le minivan Dodge Grand Caravan e Chrysler Town & Country continuano a registrare ottimi risultati, con vendite complessive in crescita del 12 per cento rispetto a dicembre 2012. Per l’intero esercizio, il Chrysler Town & Country ha raggiunto le 8.425 unità, segnando un aumento del 111 per cento rispetto al 2012 e un record annuale.
Nel mese di dicembre le vendite del marchio Ram Truck sono aumentate del 9 per cento raggiungendo le 5.440 unità. Nell’intero esercizio il marchio ha venduto 78.793 unità (+16 per cento rispetto al 2012) raggiungendo un record annuale dopo solo 10 mesi dall’inizio dell’anno.
**********
RENAULT
Parigi – Su un mercato autovetture in diminuzione di -6,8%, il Gruppo Renault registra nel 2013 con 93.961 immatricolazioni un incremento di +9,2%, portando la quota di mercato al 7,22% (+1,06 punti rispetto al 2012). I risultati si traducono in un’importante crescita di volumi: +7.052 immatricolazioni per Renault (per un totale di 66.924 unità), marca generalista con la più forte crescita del mercato, e +871 immatricolazioni per Dacia (per un totale di 27.037 unità).
I risultati positivi riconoscono al Gruppo Renault la capacità di costruire con entrambe le sue marche Renault e Dacia una risposta coerente alle diversità del mercato, garantendo al tempo stesso un impegno unico nell’innovazione, nel design, nella qualità, nel rispetto dell’ambiente e nella sicurezza dei prodotti.
Significativa la performance di Renault Clio che con 33.286 unità immatricolate si attesta al secondo posto nella classifica delle auto estere più vendute. Modello emblematico per Renault, che ha riscontrato tanti successi e gradimenti di pubblico sin dai suoi esordi negli anni ‘90, Nuova Clio conquista oggi nuovi traguardi grazie ad una sintesi ideale fra design emozionante, tecnologia all’avanguardia, e motori con ottime performance e bassi consumi.
RENAULT – Con 66.924 immatricolazioni registra nel 2013 una crescita di +11,8% rispetto al 2012, e una quota di mercato del 5,14% (+0,85 punti rispetto al 2012). Questi dati fanno di Renault la marca generalista con la più forte crescita del mercato sia in volumi sia in quota di mercato. Risultati che premiano il successo della gamma Renault nel suo complesso, fortemente rinnovata con l’introduzione nel giro di un solo anno di tante novità: da Nuova Clio a Clio Sporter, da Captur alle nuove famiglie Mégane e Scénic, che hanno registrato l’arrivo anche di Scénic X-mod Cross.
Renault affianca il successo della sua gamma di motori Energy, ad alta efficienza energetica, sviluppati con una duplice ambizione: ridurre drasticamente i consumi di carburante e le emissioni di CO2, continuando ad offrire performance che preservano il piacere di guida, grazie all’avanzata tecnologia frutto dell’esperienza di Renault in Formula 1.
Nuova Clio, che ha appena festeggiato il primo anno di vita, si è affermata nel 2013 al secondo posto fra le auto estere più vendute in Italia con 33.286 immatricolazioni, un importante risultato che testimonia l’apprezzamento del pubblico verso un modello emblematico. Sin dalla sua nascita negli anni ’90, e di generazione in generazione, Renault Clio ha saputo farsi interprete della volontà del marchio francese di democratizzare l’innovazione. I successi di oggi premiano la sua linea sensuale e sportiva con un frontale espressivo esaltato dal grande logo cromato sul nero brillante della calandra, l’efficienza dei suoi motori ecologici (fra i quali i propulsori benzina Energy TCe 90 e TCe 120 Edc con trasmissione a doppia frizione e i Diesel 1.2 dCi 75cv e Energy dCi 90 con Stop & Start), gli elevati standard di sicurezza che le hanno fatto conquistare lo score massimo di 5 stelle ai crash test EuroNcap, e l’innovazione delle sue tecnologie multimediali, come il tablet touch-screen R-Link.
Introdotta sul mercato ad aprile, Captur, ha conquistato nell’anno la leadership fra i crossover del segmento B più venduti in Italia con 10.358 immatricolazioni, merito di un’inedita interpretazione del crossover: look dinamico di un SUV, piacevolezza di guida di una berlina, comfort ed abitabilità di una monovolume, e un’elevata personalizzazione degli interni e degli esterni, che le conferisce una personalità unica.
DACIA – Con 27.037 immatricolazioni auto nel 2013 registra volumi in crescita del 3,3% e conquista una quota di mercato del 2,08% (+0,20 punti rispetto al 2012). La gamma Dacia si conferma, così, nel 2013 interprete come nessun’altra casa automobilistica di una “filosofia d’acquisto intelligente”, coerente con i nuovi trend di consumi sempre più consapevoli e razionali.
I risultati premiano in modo particolare i successi commerciali della berlina Sandero, che nel 2013 ha quasi raddoppiato le immatricolazioni portandole ad un totale di 14.285 unità. Cuore della gamma Dacia, Sandero viene apprezzata nella sua doppia personalità: city car pura o versione Stepway, che strizza l’occhio al mondo dei suv.
Interessante trend di crescita anche per Duster la cui commercializzazione della nuova generazione è avvenuta a fine ottobre 2013.