Bologna – Volvo in Italia ha chiuso lo scorso anno con risultati che lasciano ben sperare per il 2014. Nel mese di dicembre 2013 le vendite hanno infatti registrato un aumento del +18% rispetto all’anno precedente, un risultato che ha consentito di raggiungere quota 13.700 vetture consegnate nei 12 mesi (che rappresenta comunque un calo pari a 8,5% rispetto al 2102, in linea con un mercato totale sceso del 7%). In conseguenza di questi volumi, la quota di mercato realizzata da Volvo è stata pari al 1,04%, in linea con le previsioni di inizio anno. I modelli che hanno performato meglio sul mercato italiano sono stati V40 con 5.100 unità, XC60 con 3.500 unità e V60 con 3.000 unità.
<<E’ stato un anno senz’altro difficile data la evidente difficoltà del mercato e del settore auto nel nostro Paeseha commentato Michele Crisci, presidente di Volvo Car ItaliaGrazie comunque a una seconda parte dell’anno in decisa crescita, l’Italia rimane comunque fra i 10 mercati più importanti del mondo Volvo>>.
Il 2014 si annuncia dunque all’insegna dell’ottimismo sulla scorta del trend positivo, nonostante le previsioni diano un mercato ancora debole. Volvo prevede di vendere circa 1.000 vetture in più rispetto al 2013, arrivando quindi a quota 14.700. A giustificare le previsioni, la piena disponibilità di importanti novità di prodotto come i nuovi motori Driv-e sulla attuale gamma e l’arrivo della nuova e attesissima Volvo XC90.
Le vendite globali di Volvo sono state di 427.840 unità, in aumento dell’1,4% rispetto al 2012. Dicembre ha registrato un incremento delle vendite dell’11,7%. Gli Stati Uniti hanno da spodestato la Cina come mercato principale, attestandosi lo scorso anno come primo migliore mercato nel mondo per Volvo Car Group con un totale di 61.233 vetture vendute.  Di per sé il mese di dicembre ha fatto registrare un calo del 20,5%. I modelli S60 e XC60 sono stati i più venduti, mentre ci si attende che l’introduzione della nuova famiglia di motori Drive-E con economia dei consumi d’eccellenza e il lancio della V60 rafforzino la posizione di Volvo Cars sul mercato statunitense nel 2014.