Stoccarda – Per Porsche la crescita positiva dello scorso anno è proseguita anche a gennaio 2014. Il numero di consegne ai clienti di tutto il mondo, pari a 12.225 vetture, ha segnato l’1,4 percento in più rispetto al risultato già positivo dello stesso mese dello scorso anno. Un successo dovuto in buona parte all’impulso dato dagli ultimi modelli 911 e dalla terza generazione della Boxster. Nel gennaio 2014, la forte crescita è stata garantita in particolare dalla nuova generazione Panamera, disponibile sui mercati di tutto il mondo. Porsche ha consegnato ai propri clienti quasi 2.300 esemplari della berlina sportiva, pari ad un incremento di oltre il 15 percento.
<<A gennaio siamo riusciti a superare di poco il livello molto elevato dello stesso mese record dell'anno scorsoha dichiarato Bernhard Maier, vice presidente esecutivo della divisione vendite e marketing di Porsche AGGuardiamo con fiducia ai prossimi mesi e siamo convinti che cresceremo ancora per l’intero 2014. I fattori trainanti saranno la nostra offerta di prodotti ampliata e la nostra rete di concessionari estesa>>.
Sul mercato cinese, nel mese di gennaio Porsche ha raggiunto un aumento del 29 per cento rispetto allo stesso mese del 2013 e consegnato più di 4.000 vetture. Nella regione Asia-Pacifico, Africa e Medio Oriente, Porsche ha consegnato circa 5.800 nuove vetture ai propri clienti, pari ad oltre il 14 percento in più rispetto a gennaio 2013. Nel continente americano e in Europa, il forte risultato del gennaio 2013 è la spiegazione della leggera flessione dell'otto percento. Solo nel mercato nazionale tedesco il costruttore di vetture sportive è stato in grado di raggiungere il 10 percento, consegnando ai propri clienti poco meno di 1.500 unità.
Nel mese di gennaio 2014, le consegne di vetture sportive a motore centrale hanno registrato un anda-mento positivo: della roadster Boxster e della Cayman Coupé sono state consegnate ai clienti circa 1.700 nuove vetture, pari ad un aumento del 55 percento circa rispetto allo stesso mese dello scorso anno. L’icona sportiva 911 continua ad essere molto popolare: con 2.300 vetture vendute ha superato la performance dell'anno precedente.
**********
Tokyo –  Fhi ha reso noti i dati di vendita di Subaru riferiti all’ultimo mese dello scorso anno e il totale 2013. Record assoluto per quando riguarda la produzione di autoveicoli con una fortissima domanda dai mercati esteri. Soprattutto l’America del Nord incrementa sensibilmente la richiesta di veicoli consuntivando per il secondo anno consecutivo oltre il 20% di incremento delle vendite rispetto all’anno precedente.
A dicembre 2013 spinta da una forte domanda del modello Forester, la produzione interna cresce, anno su anno, per il dodicesimo mese consecutivo. Mentre la produzione estera è diminuita per l’8° mese consecutivo, il totale mondiale è in aumentato per il dodicesimo mese di fila.
Da gennaio a Dicembre 2013 la produzione interna in Giappone è aumentata per il secondo anno consecutivo, stabilendo un record assoluto. La produzione globale ha raggiunto il record di sempre nel 2013, per il secondo anno di fila.
A dicembre le vendite di automobili in Giappone hanno registrato un decremento, anno su anno, per il secondo mese consecutivo dovuto a una leggera flessione prima del lancio della nuova Forester, così come alla mancanza di fornitura di modelli ad alta richiesta, soprattutto la serie Impreza. Le vendite di mini-veicoli sono aumentate anno su anno per il quarto mese consecutivo, mentre le vendite totali in Giappone sono calate per il secondo mese consecutivo. Nell’intero anno grazie alla continua forte domanda della serie Impreza compresa la Subaru XV, e al lancio della nuova Forester, le vendite di autoveicoli e quelle totali hanno raggiunto il secondo anno consecutivo di crescita.
Grazie alle vendite consistenti e costanti nel Nord America, le esportazioni a dicembre  sono cresciute, anno su anno, per l’11mo mese consecutivo, stabilendo un record assoluto per il mese di dicembre mentre nell’intero 2013 spinte da forte richiesta nel Nord America, nonché da una forte domanda per la Forester nei principali mercati esteri, le esportazioni Cbu hanno raggiunto un record storico per il secondo anno consecutivo.