Verona – Seat continua a migliorare i propri risultati grazie alla spinta delle vendite e al significativo aumento della produzione. Seat ha chiuso il 2013 segnando un ricavo record nella sua storia con un fatturato di 6.473 milioni di euro, +6,3% rispetto all’anno precedente.
Durante la conferenza stampa di presentazione dei risultati del 2013, Jürgen Stackmann, presidente Seat, ha dichiarato che <<il 2013 è stato un anno difficile e impegnativo, ma Seat ha dato una dimostrazione del proprio potenziale entrando a fare parte dei marchi che registrano la crescita più rapida in Europa, e segnando record di vendite e di produzione rispetto agli ultimi anni>>.
Un’agguerrita concorrenza, spinta dalle difficili condizioni economiche locali in Europa occidentale (il principale mercato del Marchio), ha determinato un ricavo inferiore per unità, uno dei fattori chiave di un risultato operativo di -217 milioni di euro nel 2013 rispetto ai -134 milioni dell’anno precedente. Un risultato che ha risentito anche degli effetti dell’aumento dei costi del personale e di ristrutturazione, oltre che degli ammortamenti dovuti al lancio di nuovi modelli.
Per la prima volta dal 2007, gli investimenti sono stati interamente coperti dal cash flow. Holger Kintscher, vicepresidente esecutivo per il settore Finanza e Organizzazione, ha evidenziato che <<la Seat ha attuato un importante risanamento del bilancio, volto a consolidare la propria posizione finanziaria. L’azienda è riuscita ad accrescere sensibilmente la propria capacità di autofinanziare gli investimenti, migliorando nel contempo la qualità dell’operatività aziendale>>.
Con oltre 102.000 unità consegnate a livello mondiale (+44,4%), la Leon rappresenta la chiave del successo, mentre le vendite globali del marchio hanno raggiunto le 355.000 unità, facendo così registrare un aumento del 10,6%. La versione 5 porte, ovvero l’unica commercializzata per tutto l’anno, è stata la Seat più venduta in diversi mercati (Germania, Regno Unito, Francia, Italia e Turchia, tra gli altri). La Casa ha saputo sfruttare la crisi a proprio vantaggio riducendo la dipendenza dal mercato domestico ed espandendosi a livello internazionale, con un aumento delle esportazioni pari all’83% della produzione per lo scorso anno rispetto al 75% del 2009.
Lo stabilimento di Martorell, in occasione del 20° anniversario dall’inaugurazione, è stato insignito del prestigioso riconoscimento “Automotive Lean Production” per l’efficienza dei propri processi produttivi. Tre modelli (Leon, Ibiza e Alhambra) si sono distinti particolarmente, aggiudicandosi diversi premi in numerosi Paesi, nello specifico il titolo di “Car of the Year” per la Leon, sia nel Regno Unito sia in Spagna.
Nel 2014 la gamma Seat continuerà a crescere, principalmente con l’introduzione di nuove versioni della famiglia Leon. Dopo la presentazione della Leon Cupra al Salone di Ginevra, la vettura più veloce e potente della storia del Marchio, arriveranno nelle concessionarie la Leon ST 4Drive (con trazione integrale permanente) entro l’inizio dell’estate e poi la Leon X-Perience, una versione crossover familiare, prima della fine dell’anno.
La Ibiza, bestseller Seat e pilastro dell’azienda con il primato delle vendite in Spagna dal 2001, vedrà crescere la propria gamma con l’introduzione di una versione speciale, commemorativa del 30° anniversario del modello. Il periodo estivo inizierà con il lancio della city car Mii by Mango. E guardando più in la nel tempo, nel 2016, ci sarà anche il primo suv compatto firmato Seat.

SHARE
Dario Cortimiglia
Giornalista professionista dal 2005, ottiene la laurea magistrale in Televisione, Cinema e Produzione Multimediale allo IULM e nel 2009 vince un concorso SKY per cortometraggi. Conclusione? Scrive di auto, ma è ancora convinto diventerà un grande regista. Founder & admin di @igers_messina e @exploringsicily.it.