Verona – Autogerma, consociata italiana del Gruppo Volkswagen (che importa e distribuisce i veicoli Volkswagen, Skoda, Audi, SEAT e Volkswagen Veicoli Commerciali), ha chiuso i conti del 2005 con un incremento del 12,3% del fatturato che è passato da 4.426,9 milioni di euro del 2004 ai 4.973,5 del 2005. In aumento anche l’utile ante imposte che rispetto ai 65 milioni di euro del 2004 è salito a 69 milioni del 2005 (+ 6%).
Si è pertanto fatta sentire la significativa crescita nel numero delle vetture immatricolate dalla Autogerma che, dopo la chiusura in calo del mercato 2004 con 246.049 vetture, è tornata su livelli decisamente più positivi facendo segnare 257.114 unità registrate.
Il contributo maggiore per il raggiungimento di questo risultato è arrivato dalla Volkswagen. Il Marchio di Wolfsburg ha infatti evidenziato la crescita più corposa rispetto al 2004. L’ampliamento della gamma con nuovi modelli come la FOX, la Golf Plus e le Passat di nuova generazione, ha spinto il totale delle immatricolazioni a quota 144.335, con un notevole balzo rispetto alle 134.876 del 2004.
Per quanto riguarda la Skoda, il risultato indica una leggera diminuzione rispetto al 2004; il Marchio ceco ha infatti registrato 15.797 vetture rispetto alle 17.144 dell’anno precedente.
In crescita anche la Audi che prosegue in un cammino verso quote sempre più lusinghiere. Con 60.709 vetture, la Casa di Ingolstadt ha avuto un incremento del 10% (54.948 nel 2004), rafforzando ulteriormente la sua presenza nel segmento premium.
Per la SEAT il 2005 si è chiuso con un lieve calo delle immatricolazioni, da 32.386 (2004) a 29.261, determinato in parte dalla Leon impegnata nella delicata fase di passaggio del testimone tra la vecchia e la nuova generazione.
Ha chiuso l’anno con un buon risultato che ricalca quello del 2004 la Volkswagen Veicoli Commerciali che è arrivata a 7.012 immatricolazioni contro le 6.695 del 2004.
Il Centro distribuzione ricambi con un fatturato di 416 milioni di Euro (403,66 euro nel 2004) ha dato un notevole apporto al risultato economico, facendo segnare un incremento pari al 3%. Nel 2005 sono stati inviati dal CDR 21,6 milioni di pezzi di ricambio (+ 4%); nel corso dell’anno anche i punti di consegna sono cresciuti, passando dai 750 del 2004 a 815 (+ 8%).
Gli ottimi risultati conseguiti hanno consentito al Gruppo veronese di aumentare anche il numero dell’organico, a più di 845 dipendenti (724 nel 2004). (ore 19:00)