Detroit – Sorpresa, sorpresa, in ottobre le malate “gravi” dell’auto americana sollevano fieramente la testa e fanno segnare negli Stati Uniti un ottimo +22%, a quota 301.317 General Motors e un ancora più stupefacente +8,1% Ford che ha portato a frutto il secondo mese consecutivo in rosso.
Maluccio fra le americane ha fatto invece Chrysler Group, la divisione Usa del colosso tedesco-americano, DaimlerChrysler, che ha registrato un calo del 3,2%. (ore 10:00)