Verona – Dal punto di vista fiscale il 2006 di Honda non si è ancora concluso, ma nei nove mesi la Casa nipponica può già vantare i primi risultati positivi. A livello mondiale l’utile è salito del 10,2% fino a 2.659 milioni di euro. Il fatturato consolidato è ammontato a 51.113 milioni di euro, con un aumento del 13,1% rispetto all’anno scorso. Il reddito operativo è stato di 3.844 milioni di euro con un aumento del 13,9% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Il profitto ottenuto al lordo delle imposte è salito del 12% a 3.434 milioni di euro. In Europa il volume d’affari è salito dell’8,6% fino 5.799 milioni di euro, principalmente a causa degli effetti positivi della conversione valutaria e dell’aumento nella vendita di unità nel segmento delle automobili e dei prodotti power. Il reddito operativo è salito del 17,3% rispetto ai risultati ottenuti nei nove mesi dell’anno precedente per un totale di 123 milioni di euro. Le vendite mondiali di automobili Honda nei nove mesi sono aumentate dell’8,2% fino a 2.695.000 unità e il reddito è salito del 12,2% per un totale di 41.267 milioni di euro, grazie all’aumento delle vendite e al positivo impatto del cambio valutario. Il reddito operativo è salito del 14,6% per un totale di 2.823 milioni di euro. Le vendite di motocicli Honda sono aumentate dell’1,3% fino a 7.961.000 unità e il reddito è salito dell’13,7% per un totale di 6.063 milioni di euro. Il reddito operativo è aumentato del 5,6% per un totale di 360 milioni di euro. Le vendite di prodotti “power” hanno raggiunto i 4 milioni e 293.000 unità, pari a un aumento del 14,3% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. I prodotti power e gli altri settori hanno mostrato un incremento del 14,7% dei ricavi, per un totale di 1.915 milioni di Euro. Il reddito operativo è cresciuto del 27% per un totale di 185 milioni di Euro. Il reddito prodotto dai servizi finanziari per i nove mesi dell’anno fiscale è aumentato del 30,5% per un totale di 1.868 milioni di euro. Il reddito operativo è aumentato del 12% per un totale di 477 milioni di euro. (ore 10:27)