Roma – Nel corso del terzo congresso annuale “La Capitale Automobile” svoltesi a Palazzo Brancaccio a Roma, è emerso che saranno poco più di 2 milioni le auto immatricolate nel 2009.
La cifra sulla quale è emerso pieno consenso è di 2.030.000 immatricolazioni, suddivise tra privati e partite IVA (1.435.000), società (270.000) e noleggiatori a breve e a lungo termine (325.000). Gli operatori del settore presenti, Vicenzo Malagò per Federaicpa (concessionari), Paolo Ghinolfi per Aniasa (autonoleggio), Gianni Filipponi per Unrae (costruttori esteri), Rosario Corso per Assilea (leasing) ed Erasmo Paone (Responsabile Flotte della Fiat), hanno, inoltre, concordato sulle stime del Centro Studi Fleet&Mobility relative alla chiusura del 2008 con 2 milioni 167mila auto immatricolate con un calo del 13% rispetto al 2007. Tra i principali fattori evidenziati nel corso della giornata e decisivi per l’andamento delle vendite dell’auto nel 2009, il Centro Studi Fleet&Mobility ha evidenziato l’incertezza dei consumatori sulla portata e durata della crisi economica e dell’auto, che raffredda e rallenta la domanda di sostituzione dell’auto; le politiche restrittive sul leasing e sul credito al consumo, per minimizzare il rischio e per recuperare redditività. Questo fenomeno ha già avuto un impatto negativo sulla domanda negli USA e comincia ad avere ripercussioni anche in Italia. (ore 12:50)