Torino – Anche il settore dei veicoli commerciali in Gennaio ha accusato una notevole perdita con 12.070 consegne e un notevole -39,6%.
Si tratta della flessione più marcata da quando, a partire da maggio 2008, il mercato ha incominciato a rallentare (finora il risultato peggiore era quello di(novembre: -31,9%). La notevole contrazione di Gennaio deriva da una situazione economica ancora negativa che non dà segni di miglioramento e a cui si è aggiunta l’attesa del rinnovo degli ecoincentivi governativi in vigore nel 2008, con l’estensione a tutti i veicoli Euro 2 immatricolati fino al 31/12/1999. Secondo il rapporto ISAE (Istituto di Studi e Analisi Economica), a gennaio l’indice di fiducia delle imprese manifatturiere ed estrattive è sceso al 65,5 dal 66,8 dello scorso mese, confermandosi sui minimi della rilevazione. I giudizi delle imprese sul livello corrente degli ordini e della domanda in generale continuano a peggiorare, mentre rimangono costanti su livelli storicamente negativi le giacenze di prodotti finiti e le attese a breve termine sulla produzione. Siamo fiduciosi dell’effetto che le misure annunciate avranno sul rinnovo degli incentivi al parco circolante. Il risultato delle marche italiane si attesta su 6.320 consegne, pari a un calo del 38,3% vs gennaio 2008, quindi inferiore a quello dell’intero mercato. La quota di penetrazione migliora passando dal 51,3% al 52,4%. (ore 16:00)