Maranello – Nonostante le incertezze economiche che perturbano i cieli di ogni grande azienda mondiale, la Ferrari nel 2008 non ha avuto di che lamentarsi avendo archiviato un anno da record con una redditività al 17,6%, contro il 15,9% del 2007, un aumento del 2% delle vendite a 6.587 unità e del 15,2% del fatturato a 1,92 miliardi di euro.
Il risultato è legato al diverso mix di prodotto venduto e a una forte riduzione dei costi, mentre sono cresciuti gli investimenti, pari al 18% del fatturato.
Miglioramenti ed efficienze hanno anche permesso di compensare l’andamento sfavorevole del cambio del dollaro e della sterlina. A questi interventi strutturali vanno aggiunte iniziative commerciali, quali il programma di personalizzazione “One to One” dedicato ai modelli 12 cilindri e il nuovo sistema di assistenza ai clienti. In crescita del 28% le attività legate al Marchio (licensing, retail e e-commerce), con in particolare l’ecommerce aumentato di oltre il 65%.<<Il contesto economico del 2009 si presenta pieno di incertezze – ha indicato il presidente Luca di Montezemolo – Ferrari dovrà quindi porre ancora più attenzione a ogni singolo dettaglio continuando a innovare, mantenendo l’esclusività dei prodotti in relazione alle richieste del mercato>>.
Montezemolo ha aggiunto che l’andamento del 2008 rappresenta «la miglior prova della bontà della nostra strategia fatta di esclusività, innovazione e attenzione alle persone. Questi dati economici coronano un anno eccezionale che ci ha visto ancora una volta vincitori in Formula 1 con la conquista del 160 titolo Mondiale Costruttori, l’ottavo negli ultimi 10 anni».
La casa di Maranello precisa che al risultato 2008 non ha contribuito la Ferrari California, i cui primi esemplari saranno consegnati solo in questi giorni ai clienti finali.  (ore 12:09)