Roma – Primi segnali positivi a Marzo dal comparto delle due ruote che ha chiuso il mese con 49.682 consegne, ovvero il 7,8% in più rispetto ad analogo periodo del 2008.
A trainare il mercato sono gli scooter che, con 29.542 unità, registrano una crescita del 35,5%. Prosegue, invece, la contrazione delle moto (-14,8%) e, per l’assenza degli incentivi, dei 50 cc (-21,1%). Il buon risultato di marzo, comunque, non riesce a raddrizzare il bilancio 2009. Nel primo trimestre mancano all’appello circa 22.500 motocicli. In particolare, vanno male il comparto dei ciclomotori (-34,0%) e delle moto (-26,8%), mentre con il recupero di marzo il saldo negativo degli scooter (esclusi i 50 cc) si limita a un -8%. L’analisi per segmenti conferma l’efficacia commerciale delle agevolazioni di stato. Gli unici comparti a chiudere in positivo, infatti, sono quelli “fino a 125 cc” (+8,8%) e “da 126 a 200 cc” (+2,9%), mentre per gli altri il segno è negativo a doppia cifra con la categoria “da 501 a 600 cc” che registra la perdita più alta (-40,4%).Quanto a tipologia di moto, la migliore tenuta è registrata dalle custom (-16,7%), dalle naked (-18,7%) e dalle trial (-21,5%), mentre crollano le due ruote da cross (-67,8%). Contrazioni superiori alla media anche per enduro (-34,3%) e turismo (-32,6%). Tra gli scooter, sono in caduta libera gli hyperscooter oltre i 500 cc (-57,6%) e, in misura minore, i 250 cc (-29,3%). Bene gli scooter fino a 125 cc (+11,9%) e quelli 150-200 cc (+2,9%). (ore 15:31)