Detroit – Il piano di incentivi alla rottamazione di auto varato dall’amministrazione Obama spinge il mercato dell’auto Usa che in Agosto ha registrato un incremento di vendite dell’1% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Si interrompe, quindi,  la serie negativa cominciata nell’Ottobre 2007. 
Le vendite Chrysler negli Usa ad Agosto sono scese del 15% a 93.222 unità ma su Luglio salgono del 5%. In Settembre previste forti promozioni. Le vendite Ford nello stesso mese sono salite del 17% annuale a 182.149 unità. Si tratta del secondo mese consecutivo di crescita. Poi Mercedes e Smart scese del 10,5% a 18.734 unita’, contro le 20.927 unità dello stesso periodo dell’anno precedente mentre le vendite Volkswagen ad Agosto sono risultate in aumento dell’11,4% a 24.823 unità.
Sul fronte generale dell’economia il tasso di produttività non agricola negli Usa ha registrato nel secondo trimestre un rialzo del 6,6% ed è quindi superiore rispetto al preliminare 6,4%. Il costo del lavoro ha registrato una contrazione del 5,9% nel secondo trimestre contro il precedente di -5,8%. 
Ma il settore privato americano ha perso ad Agosto 298.000 posti di lavoro. Il dato è superiore alle stime degli analisti. Era prevista una perdita di 250.000 posti. Inoltre, sono stati rivisti al ribasso i posti di lavoro persi a Luglio, ammontati a 360.000 da 371.000 della prima stima.
A fronte di questo dato si registra però che per il terzo mese consecutivo sono stati in calo i licenziamenti programmati dalle aziende Usa. Ad Agosto la flessione è stata del 13,8% a 76.456 rispetto alle 88.736 dello stesso periodo dell’anno precedente. A Luglio i licenziamenti programmati erano scesi del 5,7%.  (ore 17:30)