Roma – L’Osservatorio Metanauto che ha elaborato dati Aci e Unrae, evidenzia che la crescita delle immatricolazioni di autovetture alimentate a metano è molto forte dal 2004 in poi, e si riconferma l’ottimo trend di crescita anche nel 2009, quando nei primi sei mesi ha già praticamente raggiunto il totale delle immatricolazioni dell’intero 2008. Le ragioni del grande successo del metano nell’autotrazione risiedono nei molteplici vantaggi che  il suo uso può garantire sia agli automobilisti che all’ambiente. Tra i carburanti oggi effettivamente disponibili il metano è infatti il più economico ed anche il più ecologico, dal momento che garantisce il minor livello di emissioni di sostanze nocive.
Per la sua valenza ambientale il metano gode oggi di consistenti incentivi statali. La somma dei bonus previsti per chi acquista un’auto nuova omologata dal costruttore per l’alimentazione a metano può arrivare a 5.000 euro. Questi incentivi sono tuttora validi, dal momento che ne può usufruire chi ordinerà un’auto entro il 31 Dicembre 2009 e la immatricolerà entro il 31 Marzo 2010. Ma incentivi esistono anche per chi decide di convertire la sua automobile all’alimentazione a metano: si tratta di un contributo di 650 euro sul costo dell’installazione dell’impianto.
<<Gli incentivi attualmente in vigore – dichiara Dante Natali, presidente di Federmetano – hanno contribuito fortemente al successo di vendite di auto a metano nel 2009. Fra le ragioni di questo successo vanno però messe in evidenza anche la crescente offerta di auto alimentate a metano da parte delle case automobilistiche (non solo utilitarie, ma anche berline e family car) e la costante crescita della rete di distribuzione, che proprio in questi giorni ha superato la soglia storica di oltre 700 impianti>>. (ore 11:00)