Bologna – Immatricolazioni ancora in calo in Luglio sebbene la flessione si sia contenuta entro il 10%, 10, 9 per la precisione, con 190.889 autovetture immatricolate in Italia. Questa contrazione, pur rilevante, è significativamente inferiore a quelle registrate in Maggio (-17,6%) e Giugno (-19,5%) ed è anche inferiore alle previsioni fatte per il mese scorso. Il segnale che viene dal mercato dell’auto resta comunque sempre negativo, ma si può ipotizzare che l’eccesso di pessimismo di Maggio e Giugno sia in via di superamento. Va subito sottolineato, però, che questo risultato è stato raggiunto grazie a un livello di sostegno e di stimolo da parte delle Case e delle Concessionarie sicuramente tra i più alti del più recente passato, in un quadro economico certamente non favorevole.
Quello che lascia decisamente perplessi è che da 5 anni a questa parte il mercato del diesel perde oltre il 50% delle proprie vendite, mentre a fare nincetta di preferenze è, ma guarda un po’…, il mercato del GPL. In particolare, le piccole e parsimoniose city car e le auto a minimo impatto ambientale (quali GPL, metano, ibride ed elettriche) non solo sfuggono alla diminuzione del totale dell’auto nuova, giunto al suo settimo mese di flessione, ma sono in totale controtendenza, con una crescita per le vetture a minimo impatto ambientale del 61% nel mese.
Questi deboli segnali non autorizzano tuttavia in alcun modo a ipotizzare che si stia delineando una inversione di tendenza per le vendite di autovetture. Il mercato dell’auto, come la maggior parte dei mercati, ha andamento ciclico e, dopo undici anni di immatricolazioni su livelli molto elevati, nel 2008 è iniziata una fase riflessiva che non si esaurirà nel breve periodo, ma che non ha carattere eccezionale e certamente verrà superata a tempo debito in quanto all’automobile non vi sono alternative. Per quanto riguarda, in particolare, il momento attuale il Centro Studi Promotor segnala che sulla propensione all’acquisto di auto stanno influendo negativamente diversi elementi, tra cui, in primo luogo, il quadro economico. In luglio praticamente tutti gli indicatori di fiducia dell’Isae hanno subito una brusca contrazione. E’ così per l’indice relativo alle imprese manifatturiere, per quello delle imprese del commercio e per quello dei consumatori. Per quanto riguarda, poi, l’evoluzione congiunturale, la Banca d’Italia ha previsto che il Pil, dopo l’incremento dello 0,5% nel primo trimestre, non aumenterà nel secondo trimestre e si manterrà successivamente in una situazione di sostanziale stagnazione per tutto il 2008 e il 2009. Per quanto concerne i fattori che più direttamente influiscono sul comportamento degli automobilisti qualche segnale di minor negatività potrebbe venire dai prezzi dei carburanti, anche se agli ultimi cali del costo del greggio non ha ancora fatto seguito una adeguata discesa dei prezzi alla pompa.
Il rallentamento del mercato trova conferma anche nella raccolta degli ordini. Secondo una prima anticipazione dello scambio dati Anfia-Unrae, in luglio i contratti siglati sono stati circa 156.000, con un calo superiore al 17% rispetto ai volumi del luglio 2007. Nei primi 7 mesi, i volumi complessivi si avvicinano a 1.320.000 unità, quasi il 18% in meno rispetto a quelli realizzati nello stesso periodo dello scorso anno.
Decisamente più contenuto il rallentamento delle marche nazionali (Fiat, Alfa Romeo, Lancia, Ferrari, Maserati, Lamborghini) rispetto all’andamento generale del mercato. I volumi del mese hanno sfiorato le 62.000 immatricolazioni — un risultato allineato alla media delle registrazioni degli ultimi 5-6 anni — circa 3.000 unità in meno (-5,1%) rispetto ai volumi di luglio 2007. La quota di penetrazione, tuttavia, è migliorata di 2 punti, raggiungendo così il 32,5%.
Nei primi 7 mesi le vendite complessive si attestano a 467.000 unità, con una quota di mercato pari al 32,2%, superiore di 0,7 punti a quella rilevata nello stesso periodo di un anno fa.
Tra i 10 modelli preferiti dagli Italiani nel mese, cinque quelli di marca nazionale. I primi 3 gradini del podio vanno, nell’ordine, a Fiat Punto (12.854), Fiat Panda (11.964) e Fiat 500 (8.176).
Seguono al sesto posto segue Lancia Ypsilon (4.044) e all’ottavo Fiat Bravo (3.913).
Sostanzialmente stabile il mercato dell’usato nel mese di luglio, con oltre 460.000 trasferimenti di proprietà registrati al lordo delle minivolture a concessionari, (+0,3% rispetto a luglio 2007). Da inizio anno le oltre 3.093.000 transazioni, circa 60.000 in più rispetto ai primi 7 mesi del 2007, equivalgono ad una crescita in termini percentuali pari al 2,1%.
<<Nel quadro economico-finanziario che caratterizza i mercati maturi – ha commentato Salvatore Pistola, Presidente dell’UNRAE, l’Associazione che rappresenta le Case estere operanti in Italia – l’Italia potrebbe rendere meno ciclica la domanda di nuove auto approfittando dell’anzianità del parco circolante, con un programma strutturale di medio periodo volto ad un suo ammodernamento, attraverso iniziative congiunte Governo-Costruttori-Concessionari, favorendo un ricambio del parco con vetture meno inquinanti e più sicure. Auspichiamo, quindi, una pronta iniziativa in tal senso dalle Istituzioni, alla luce dell’importanza del settore, che non solo contribuisce in maniera determinante al Pil nazionale, ma che partecipa ben al 19,5% del totale delle entrate tributarie. Mentre l’industria sta rispondendo alle più recenti tendenze della domanda, l’Unrae ribadisce la opportunità di un immediato ampliamento dell’ecobonus per la rottamazione anche delle vetture Euro 2 immatricolate nel 1997 e nel 1998, che ammontano a oltre 4 milioni di unità>>.
Di seguito la top ten dei modelli più venduti in Italia divisi per benzina e diesel:
BENZINA
1 FIAT PUNTO 12.854
2 FIAT PANDA 11.964
3 FIAT 500 8.176
4 FORD FIESTA 6.017
5 TOYOTA YARIS 5.117
6 LANCIA YPSILON 4.044
7 FORD FOCUS 4.028
8 FIAT BRAVO 3.913
9 VOLKSWAGEN GOLF 3.824
10 CITROEN C3 3.688
 
DIESEL
1 FIAT PUNTO 5.624
2 FORD FOCUS 3.273
3 FIAT BRAVO 3.265
4 FORD FIESTA 3.251
5 ALFA ROMEO 159 2.888
6 AUDI A4 2.756
7 FIAT 500 2.290
8 VOLKSWAGEN GOLF 2.114
9 FIAT CROMA 2.107
10 VOLKSWAGEN PASSAT 2.008 (ore 18:45)

NO COMMENTS

Leave a Reply