Parigi – Perdita netta di 1,161 miliardi di euro (contro il rosso di 363 milioni del 2008) nel 2009 per il gruppo Psa Peugeot-Citroen il cui fatturato è calato del 10,9% a 48,4 miliardi (a fronte di una riduzione del 2,2% delle consegne di autoveicoli) e il risultato di gestione ha visto un passivo di 826 milioni contro i 550 di utile dell’anno precedente. Su Psa, come sulla maggior parte delle concorrenti, hanno pesato le condizioni difficili del mercato europeo dell’auto. Il gruppo francese è riuscito però a chiudere in attivo la gestione del secondo semestre e a ridurre i debiti sotto quota 2 miliardi di euro.
Il numero uno del gruppo, Philippe Varin, ha avvertito di prevedere un’altra annata difficile nel 2010 con un calo del 9 % circa delle immatricolazioni in Europa, ma ha detto di puntare a un aumento delle quote di mercato e ha assicurato che nel primo semestre 2010 la gestione dovrebbe chiudersi ancora in attivo. (ore 12:50)