Bologna – Trascinati dalla coda degli incentivi anche i dati delle immatricolazioni dei veicoli commerciali di Marzo.
22.703 veicoli commerciali con portata fino a 35 quintali sono le immatricolazioni registrate il mese scorso con un incremento del 29,2% sullo stesso periodo del 2009.
Questo dato non deve però trarre in inganno in quanto, innanzitutto, il confronto si fa con un mese in cui le vendite furono particolarmente depresse per l’impatto della crisi globale, non mitigata dagli incentivi varati il 7 Febbraio, ma di fatto assai poco efficaci per l’intero 2009. Si prevede che a partire da Aprile, però, anche per il mercato dei veicoli commerciali, come per quello delle autovetture, le vendite subiranno pesanti contrazioni.
Particolarmente eloquenti a questo proposito sono i risultati dell’inchiesta congiunturale trimestrale condotta a fine marzo dal Centro Studi Promotor GL events. Rispetto a marzo 2009 peggiorano drasticamente i giudizi dei concessionari sulla raccolta di ordini. Un anno fa dichiarava basso volume di acquisizione il 59% degli interessati. Nel marzo sorso questa percentuale sale al 77%. In lieve peggioramento anche la remuneratività del business che era bassa per il 70% degli interpellati un anno fa ed è bassa per il 73% ora. Le indicazioni più allarmanti vengono però dalle previsioni per i prossimi mesi. Nel marzo 2009 ci si attendeva ancora che gli incentivi appena varati fossero efficaci e di conseguenza il 13% dei concessionari ipotizzava una ripresa delle vendite. Nel marzo scorso questa percentuale scende al 4%. (ore 16:05)