L’anno appena trascorso si è concluso per la Audi con una serie di risultati ampiamente positivi. Le circa 1.092.400 vetture vendute nel mondo hanno permesso di superare le previsioni della Casa e rappresentano un miglioramento del 15% rispetto alla performance del 2009.
A questo eccezionale risultato, raggiunto in un momento certamente non positivo per il mercato dell’auto, hanno contribuito in modo determinante le vendite sul mercato cinese, dove la domanda ha superato le attese. Tra gennaio e dicembre, infatti, sono state consegnate in totale 227.938 vetture dei quattro anelli, con un incremento del 43,4% rispetto al 2009.
Anche sul mercato americano è stato tagliato uno storico traguardo.
<<Raggiungere le 101.629 unità vendute (+22,9% sul 2009) è un record che si accompagna al miglior risultato economico mai raggiunto negli Stati Uniti – ha commentato a riguardo Peter Schwarzenbauer, responsabile per marketing e vendite – Nei prossimi anni porteremo la tecnologia Tdi clean diesel anche tra le berline di prestigio. Offrendo ai clienti americani questa tecnologia anche nelle nuove generazioni di A6 e A8 rafforzeremo significativamente la nostra posizione in questo segmento>>.
In Europa il trend positivo per la Casa di Ingolstadt ha portato a un miglioramento del 4,6% rispetto alle vendite del 2009, per un totale di 647.600 unità vendute. Il 2010, infine, è stato un anno estremamente positivo per la Audi anche in Italia. In un mercato che ha totalizzato 1.960.282 immatricolazioni (-9,22% rispetto al 2009) la Casa dei quattro anelli ha raggiunto le 59.950 unità.
<<Per la prima volta, il Marchio dei quattro anelli ha superato la quota di mercato del 3% (3,06% nel 2010 su 2,79% nel 2009) e, all’interno del segmento premium, ha confermato la posizione di leadership già raggiunta nel 2009 –  ha commento Michael Frisch, direttore Audi Italia – Per queste ottime performance, che testimoniano la professionalità della rete, mi sento in dovere di ringraziare tutti i nostri dealer e, ovviamente, le migliaia di clienti italiani che ci hanno accordato la loro preferenza. Quest’anno lanceremo in Italia la A6, la Audi Q3 e la Q5 hybrid, grazie alle quali siamo sicuri di proseguire in questa strada di successo>>.
Jaguar e Land Rover celebrano gli ottimi risultati di vendita del 2010, con un incremento delle vendite del 19 per cento complessivo, grazie alle prestazioni di alcuni mercati come Gran Bretagna, Stati Uniti e Cina. Le vendite Jaguar Land Rover hanno registrato un aumento in ogni trimestre del 2010 rispetto l’anno precedente, grazie all’introduzione di nuovi modelli ed i programmi di aggiornamento. Land Rover ha ottenuto risultati molto positivi nella maggior parte dei suoi 102 mercati, con un incremento delle vendite del 25 per cento. I primi cinque mercati del marchio sono stati Gran Bretagna, Stati Uniti, Cina, Italia e Russia, i quali da soli hanno raccolto il 66 per cento delle vendite totali. Notevoli le prestazioni dei singoli modelli: il Discovery 4 ha registrato un aumento delle vendite del 45 per cento, Range Rover e Rover Sport del 30 per cento e il Freelander 2 del 21 per cento.
Commentando i risultati di vendita di Land Rover, John Edwards, global brand director, ha detto: <<Il 2010 è stato un anno di sfide per il settore automobilistico e, nonostante tutto, Land Rover ha ottenuto un eccezionale risultato globale per tutto l’arco dell’anno. A marzo, addirittura, abbiamo battuto il nostro record di vendite mensili della nostra storia. La nostra gamma aggiornata ed il debutto della Range Rover Evoque hanno creato un grande interesse intorno al nostro marchio e l’apprezzamento dei nostri clienti>>.
Le vendite di Jaguar hanno eguagliato quelle del 2009, con il lancio della nuova XJ e la cessazione della X-Type che, evidentemente, hanno portato la mix di vendite del marchio ad un posizionamento più alto nel mercato. I primi cinque mercati sono stati Gran Bretagna, Stati Uniti, Germania, Cina ed Italia che, insieme, hanno realizzato il 74 per cento delle vendite dell’anno. La XF ha continuato nel suo trend positivo con un incremento dell’8 per cento, mentre la nuova XJ è stata accolta molto bene a livello internazionale, specialmente negli Stati Uniti dove ha rappresentato il 40 per cento delle vendite.
Commentando i risultati di vendita di Jaguar, Adrian Hallmark, global brand director, ha detto: <<Il 2010 ha registrato il completamento della nuova gamma Jaguar con l’introduzione della nuova XJ. Jaguar oggi dispone di una forte gamma di prodotti in grado di catturare l’immaginazione del pubblico. Anche se la situazione rimane difficile, sono cautamente ottimistico per l’anno che sta iniziando>>.
Il 2010 è stato un anno particolarmente positivo per i due marchi che insieme hanno ricevuto più di 80 premi dai più importanti giornalisti, riviste e opinion formers di tutto il mondo. Tra questi, degni di una notazione particolare il “Design of the Year 2011″ di Automobile Magazine” ed il “Luxury Car of the Year” di Top Gear per la XJ, e “Car of the Decade” per la Range Rover, votata dai lettori di autocar.co.uk.

Nissan Europa ha venduto 47.857 unità a dicembre, pari a un incremento del 6,4% su base annua, con  una quota di mercato del 3,3%. Il volume complessivo del settore ha subito un lieve incremento del 5% rispetto a dicembre 2009.
Nel corso del mese, la quota di mercato di Nissan in Europa ha fatto registrare un aumento in numerosi mercati. La quota di mercato ha raggiunto: il 4,5% in Regno Unito, +0,7% rispetto all’anno scorso; il 5,2% in Spagna, +0,7% rispetto all’anno scorso; il 2,7% in Italia, +0,4% su base annua, il 5,1% in Russia, +1,1% su base annua, il 4,9% in Portogallo, +4,9% su base annua ed il 5,5% in Finlandia, +1,9% su base annua.
Bernard Loire, vice presidente sales operations di Nissan Europa ha commentato: <<Abbiamo superato la crisi finanziaria relativamente indenni. Il 2010 è stato un anno pieno di successi per Nissan in Europa. Una forte domanda ha innalzato la nostra quota di mercato al 3,1%, che è un livello record dal 1995. Abbiamo visto una crescita regolare della nostra quota in molti mercati europei grazie al successo di Qashqai e Juke. Diamo il benvenuto alle sfide del 2011. Avremo una serie di lanci che includono la Micra e la Leaf, e l’elevato portafoglio ordini lo dimostra. Il marchio Nissan sta lasciando il segno>>.
Punti salienti di Nissan in Europa nel 2010: vendite totali 555.000, +13%, in un Tiv che è stato abbastanza stabile (-0,5%); quota di mercato del 3,1% + 0,3% rispetto all’anno solare 2009; NV200 è stato eletto “Furgone dell’Anno 2010”; gli ordini di Leaf sono stati aperti nei mercati europei della prima fase di commercializzazione e Leaf è stata eletta “Auto dell’Anno 2011”.
Le prestazioni eccellenti di prodotto: le vendite di 370Z hanno registrato un incremento del 115% rispetto allo scorso anno; le vendite della nuova Murano sono incrementate del 53% rispetto allo scorso anno.
I prodotti lanciati nel 2010: crossover Juke; restyling Murano e nuovo motore Diesel; restyling di X Trail, Navara e Pathfinder; nuova GTR. (ore 14:00)

NO COMMENTS

Leave a Reply