Yokohama – Nissan Motor Co. Ltd., ha annunciato oggi che le vendite globali di Qashqai  al 31 gennaio hanno superato un milione di unità, stabilendo una quota record a soli quattro anni dal lancio nel gennaio 2007. Qashqai è anche conosciuto come Dualis in Giappone e in altri mercati. Nel consuntivo sono comprese le vendite di Qashqai+2 che è prodotto soltanto nello stabilimento di Sunderland, nel Regno Unito.
 Lanciato in Europa a gennaio del 2007, Qashqai ha debuttato lo stesso anno in Giappone, seguito da Africa, Medio Oriente, Oceania, Asia e America Latina. In tutti i paesi questo nuovo modello Nissan è stato apprezzato per l’alto livello di qualità e prestazioni.
 Partendo dall’Europa, Qashqai ha portato una ventata di novità nel mercato grazie al suo design forte e distintivo e all’originalità dell’idea da cui è nato. Stilisticamente, infatti, miscela il dinamismo di un’auto sportiva alla solidità e robustezza di un suv compatto; ma Qashqai fonde il meglio dei due mondi, catturando l’attenzione del pubblico di potenziali acquirenti.
Qashqai è diventato un pilastro della gamma Nissan per il mercato europeo negli ultimi quattro anni e la versione aggiornata, lanciata a marzo 2010, ne ha rinnovato la veste estetica, ma anche l’economia nei consumi ed emissioni di CO2, continuando a raccogliere consensi e successi di vendita. Ha anche vinto il titolo di “Auto dell’Anno” in numerosi paesi e quest’anno si è aggiudicato il terzo posto nel premio annuale “Yellow Angel” che l’Adac (Automobile Club tedesco, il più grande automobile club d’Europa) assegna annualmente alle vetture che si distinguono per affidabilità ed alti contenuti qualitativi. E’ stato l’unico veicolo d’importazione ad entrare nei primi otto posti della classifica delle auto più affidabili in Germania.
In Giappone, il suo stile e piacevolezza di guida sono considerate qualità assolutamente impareggiabili. Dallo scorso agosto, l’efficienza nei consumi dei modelli a trazione anteriore è stata migliorata e tutte le versioni danno diritto a benefici fiscali. La miglior efficienza nei consumi è stata ottenuta utilizzando funzioni “amiche dell’ambiente”, come l’Eco-switch.
Anche i clienti cinesi sono rimasti affascinati da Qashqai perché, grazie al suo stile elegante ed alla moda e alle sue performance di guida eccezionali, ha introdotto una nuova categoria nel mercato. Il China Automobile Technology & Research Center lo ha premiato con cinque stelle, il punteggio più alto, nei test sulla sicurezza C-Ncap. A gennaio 2011 anche in Cina Qashqai ha subito un leggero restyling che ha arricchito la vettura di funzionalità e tecnologie innovative come il sistema Carwings e l’Around View Monitor.
<<Qashqai è senza dubbio pioniere nella categoria dei crossover compatti e ha definito standard nuovi che tutti i costruttori stanno seguendo. Il suo equilibrio perfetto tra le caratteristiche dei suv (come robustezza, spaziosità degli interni e posizione di guida rialzata) insieme con i migliori attributi di una berlina (quali economia nei consumi, compattezza e dinamismo), hanno entusiasmato i clienti di tutto il mondo. Combinando un design innovativo a tecnologie focalizzate sul cliente, Qashqai è una chiara dimostrazione dell’approccio unico di Nissan che con i suoi prodotti punta a soddisfare le aspettative e i bisogni futuri dei propri clienti>>, ha affermato Guillaume Masurel, global chief marketing manager di Nissan per Qashqai.
 Qashqai è attualmente prodotto nello stabilimento di Sunderland nel Regno Unito, a Kyushu in Giappone, nella fabbrica di Huadu di Dongfeng Nissan e di Zhengzhou Nissan, il secondo stabilimento in Cina. Zhengshou Nissan è stata fondata nel 1993 come prima base produttiva in Cina. Nel 2005, l’affiliata Dongfeng Motor Co. Ltd. (Dfl) ha dato il via alla produzione e vendita di Lcv. Dfl è nata da una joint venture tra Dongfeng Group e Nissan Motor Co. Ltd. allo scopo di produrre una gamma di autovetture, Lcv e veicoli commerciali di medie e grandi dimensioni.
Dati di vendita cumulati al 31 gennaio 2011:
Europa 759.370 (Regno Unito 111.088, Italia 103.647, Russia 89.808)
Asia/Oceania 203.984 (Cina 126.856, Giappone 61.594)
Medio Oriente/Africa 36.123
America Latina 4.455
Nella stessa occasione Nissan ha presentato i risultati economici relativi a produzione, vendite ed esportazioni per il mese di gennaio 2011.
La produzione complessiva di Nissan a gennaio è aumentata del 21,9% su base annua, toccando 375.178 unità, un record storico per questo mese dell’anno. In Giappone la produzione è diminuita del 5,9% su base annua arrivando a 81.851 unità, a causa della sospensione del programma di incentivi statali per i veicoli ecologici, nonostante sia aumentata la domanda per i modelli destinati all’esportazione. La produzione extra-giapponese ha registrato un incremento del 32,8% su base annua, portandosi a 293.327 unità, anche in questo caso un record storico per un solo mese. Negli Stati Uniti, la produzione è salita del 9,4% su base annua, a 43.242 unità, alimentata dall’aumento della domanda di Altima e Pathfinder. In Messico, la produzione è salita del 35,2% su base annua, toccando quota 51.398 unità, grazie all’aumento della domanda di tutti i modelli, e in particolare di Sentra e Tiida. Nel Regno Unito, dove si è registrata una maggiore domanda per i nuovi modelli Juke e Qashqai, l’incremento di produzione è stato del 12,7% su base annua, con 39.310 unità. In Spagna, la produzione ha messo a segno un notevole incremento del 103,6% su base annua, salendo a 11.897 unità, un risultato che si deve alla crescente domanda di tutti i modelli, Primastar e NV200 in testa. In Cina, la produzione è salita del 34,4% su base annua, toccando quota 107.452 unità, grazie all’aumento della domanda del nuovo modello Sunny. Oltre a rappresentare un record assoluto di produzione mensile, si tratta della prima volta in cui la produzione supera le 100.000 unità in un solo mese. La produzione nelle altre regioni ha avuto un incremento del 77% su base annua e ha raggiunto 40.028 unità grazie al consistente apporto della Thailandia e dell’India, dove viene prodotta la nuova Micra.
Le vendite globali sono aumentate del 15% su base annua, per un totale di 357.238 unità, un record storico per il mese di gennaio.Incluse le minicar, Nissan ha venduto 40.913 unità in Giappone, con un calo del 16,7% su base annua. In Giappone, le nuove immatricolazioni in gennaio sono diminuite del 23,6% su base annua, portandosi a 29.215 unità. Nonostante i risultati positivi delle vendite della nuova Elgrand lanciata ad agosto, della nuova March lanciata a luglio e della Juke lanciata a giugno, la sospensione del programma di incentivi statali per i veicoli ecologici ha avuto notevoli ripercussioni sulle vendite complessive. Le vendite di minicar sul mercato interno hanno fatto registrare un incremento del 7,9% rispetto allo scorso anno, per un totale di 11.698 unità, ascrivibile a un aumento della domanda delle nuovo Moco e Roox.
Con 316.325 unità, le vendite al di fuori del Giappone segnano invece un aumento del 20,9% su base annua: un traguardo finora mai raggiunto nel mese di gennaio. Con 71.847 unità, le vendite negli Stati Uniti hanno segnato un incremento del 14,8% su base annua, grazie alla crescente domanda per i modelli Rogue, Versa e della nuova Juke lanciata a ottobre. In Europa, le vendite sono salite del 12,8% su base annua, a 47.834 unità, alimentate dalla crescente domanda russa. In Cina, le vendite sono aumentate del 32,6% su base annua, raggiungendo 113.042 unità.  La forte domanda per la nuova Sunny introdotta a gennaio e per la Teana ha contribuito a segnare un record assoluto di produzione, con oltre 100.000 unità prodotte in un solo mese. Le vendite nelle altre regioni si attestano su 62.656 unità, con un incremento del 22,7% su base annua, sulla spinta della domanda in Thailandia, Indonesia e in India, dove è stata lanciata la nuova March/Micra.
Nel mese di gennaio, le esportazioni complessive di Nissan sono aumentate del 34,2% su base annua, toccando le 47.954 unità. Le esportazioni verso il Nord America hanno registrato un incremento del 77,9% annuo a 27.118 unità, grazie all’aumentata domanda della nuova Juke e della Rogue. Le esportazioni in Europa, pari a 6.254 unità, fanno registrare un incremento del 70,4% su base annua, grazie soprattutto alla forte richiesta di modelli rivolti al mercato russo. (ore 11:45)