Stoccolma – Spyker Cars N.V., holding che possiede filiali impegnate nel campo della produzione e della commercializzazione di automobili del segmento premium con i marchi Saab e Spyker  ha annunciato i risultati per l’esercizio 2010 chiuso al 31 dicembre. Il Gruppo è quotato al NYSE Euronext Amsterdam (simbolo SPYKR).
Dalla ripresa della distribuzione delle automobili Saab in qualità di costruttore indipendente le vendite hanno continuano a crescere in diversi mercati principali (Svezia, Usa e Gran Bretagna). Sono state vendute 31.696 vetture vendute nel 2010 rispetto alle 27.482 unità del 2009, un incremento pari al 15%; 11.448 le vetture vendute nel quarto trimestre 2010, +129% rispetto allo stesso periodo 2009 e +31% rispetto al terzo trimestre; 32.0482 auto prodotte nel 2010, rispetto alle 20.905 del 2009, con un incremento del 53%
Saab ha riavviato la produzione a Trollhättan con oltre 800 fornitori, dopo sette settimane di inattività, le linee della 9-3 Cabriolet e della 9-5 Berlina sono state trasferite a Trollhättan dove sono state concentrate tutte le attività operative per consentire maggiore efficienza e contenimento dei costi.
Saab, ha inoltre, raggiunto accordi di finanziamento alle reti distributive e al dettaglio consumatore finale garantiti con i principali operatori finanziari globali, come Banco Cetelem, Santander Consumer Bank e GMAC mentre ha proceduto all’assunzione in molti settori aziendali di figure chiave a livello manageriale.
Sul piano del prodotto Saab ha introdotto la nuova 9-5 ed ha presentato la 9-4X,  prima crossover della gamma. Inoltre, sono stati introdotti nuovi motori diesel per la gamma 9-3, propulsori ai vertici della categoria in termini di contenimento delle emissioni di CO2.
Un accordo è stato raggiunto con Bmw per la fornitura di motori a benzina per la nuova 9-3 che sarà lanciata a fine 2012 e contestualmente è stata avviata la partnership con American Axle Manufacturing (AAM) per lo sviluppo e la commercializzazione del sistema di trazione integrale elettrico progettato da Saab che ha, altresì, lanciato il programma del veicolo elettrico e-Power in cooperazione con partner esterni.
Inoltre la Casa svedese ha proceduto alla ricostituzione di una rete globale di vendita controllata in 51 Paesi ed ha quindi continuato l’espansione della rete di vendita con la nomina di nuovi importatori in Portogallo e Giappone mentre è stata ripristinata la rete distributiva in Australia e Canada e firma di una lettera d’intenti per l’importazione nel mercato cinese.
Victor R. Muller, amministratore delegato del Gruppo e presidente di Saab Automobile, ha dichiarato: <<Nel 2010, Saab si è saldamente affermata come costruttore di automobili indipendente. La società ha fatto notevoli progressi dal momento dell’acquisizione. Abbiamo stretto relazioni strategiche e istituito un’organizzazione di vendita globale controllata da Saab,  ponendo le basi per la rinascita a livello mondiale di un marchio automobilistico premium, indipendente e capace di generare profitto. I risultati conseguiti nel 2010 riflettono la tenacia mostrata da tutti i nostri dipendenti e concessionari in quello che è stato un anno incredibilmente ricco di eventi per Saab. Lo scorso anno abbiamo cominciato a muoverci, quest’anno impareremo a camminare e il prossimo saremo in grado di correre>>.
<<Saab ha fatto molti progressi nel 2010, l’anno della nostra rifondazione. Il 2011 sarà ancora un altro anno di crescita per Saab, che ci porterà a vedere il risultato del nostro lavoro con il conseguimento di un risultato di bilancio positivo nel 2012
– ha continuato Jan Åke Jonsson, che ha annunciato di lasciare l’incarico di a.d. di Saab – Siamo certi che il consistente slancio nelle vendite, testimoniato dai risultati ottenuti nel terzo e quarto trimestre del 2010 proseguirà nel 2011, così come Saab continuerà a rafforzare la propria gamma di prodotti. Siamo in perfetta sintonia con il nostro piano di sviluppo di prodotto e quest’anno introdurremo quattro nuovi prodotti, tra cui la Saab 9-4X (a partire dal maggio 2011 negli Usa e da agosto in Europa e nel resto del mondo), un modello che consente a Saab l’accesso al segmento in crescita dei crossover, e l’attesissima Saab 9-5 Wagon. Inoltre, nel 2012 lanceremo la nuova gamma 9-3: nel giro di 24 mesi il modello Saab più datato avrà meno 2 anni>>.
Data la continua crescita nelle vendite nel corso del 2010 e l’avvio delle vendite in mercati come Russia e Cina, il management rimane fiducioso che il trend continui positivamente nel 2011 e nel 2012. Questi, tuttavia, sono anni di crescita interna per Saab Automobile e anche se volumi e quote di mercato sono importanti, l’obiettivo primario del gruppo rimane quello di rinnovare e ampliare il portafoglio prodotti, migliorare l’organizzazione della distribuzione e costruire una società indipendente nel rispetto dei limiti finanziari fissati nel piano industriale. L’obiettivo a medio termine del Gruppo è quello di rendere Saab Automobile un’azienda costruttrice di automobili del segmento premium, completamente indipendente ed economicamente redditizia. Il Gruppo prevede ancora una perdita netta per il 2011 e un risultato positivo nel 2012. (ore 18:00)

NO COMMENTS

Leave a Reply