Milano – Facile.it, il comparatore orizzontale per confrontare RC auto e moto, ma anche mutui, prestiti e conti correnti, ha provato ad analizzare il risparmio che le assicurazioni temporanee sono in grado di offrire, scoprendo che, forse, non sono poi così convenienti. Le assicurazioni temporanee dovrebbero essere una risorsa per chi fa un utilizzo saltuario di un veicolo, ma non mancano i nei: queste polizze possono costare anche oltre il 30% in più di quelle annuali. Per polizze di durata inferiore ad un anno, infatti, alle auto si applica un premio corrispondente al periodo di tempo per il quale dovrà essere valida la copertura, con una maggiorazione pari al 15% del premio annuo. Questo significa che, se vogliamo assicurare per un mese la nostra auto, paghiamo oltre il doppio rispetto ad un mese di polizza annuale.
Per ciclomotori e motocicli, addirittura, le cose si complicano ancor più. La maggiorazione da applicare sul premio RC è pari al 30% del premio annuo. I costi di conseguenza lievitano, soprattutto se si assicura la moto per tempi molto brevi.
Oltre ad avere un costo elevato, le polizze temporanee non fanno maturare classe di merito e, di conseguenza, non permettono di ridurre le spese negli anni successivi attraverso un miglioramento della propria storia assicurativa.
Da quanto fatto emergere da Facile.it, bisognerebbe provare a sommare i vantaggi delle polizze temporanee con quelli delle polizze annuali. Ed è possibile. Esistono le “polizze sospendibili”, una tipologia di assicurazione che è consentito interrompere per almeno 30 giorni e al massimo 12 mesi, e riattivare in qualsiasi momento. Con questa tipologia di polizza i costi si riducono e le spese vengono ammortizzate, oltre a maturare comunque la classe di merito. Un esempio: consideriamo una moto di cilindrata 599 cc assicurata da un motociclista in quattordicesima classe di merito; se l’assicurazione annuale del veicolo costa 734 euro, assicurarla per il periodo di 30 giorni arriva a costare 281,27 euro (vale a dire il 38% in più). Un risparmio maggiore potremmo ricavarlo se assicurassimo la moto con polizza sospendibile: la cifra annuale sale a 844 euro, ma è possibile sospendere la copertura come e quando vogliamo.
<<Spesso si è convinti che per risparmiare sia necessario approntare strategie complesse e articolate – dichiara Alberto Genovese, amministratore delegato di Facile.it – o che ci si debba far guidare dai luoghi comuni, ma non è così. Non sempre le scelte che riteniamo più vantaggiose sono effettivamente tali. Proprio per questo si possono sfruttare i comparatori, strumenti per risparmiare senza perdere tempo, che mostrano la strada più breve per ottenere i vantaggi maggiori>>. (ore 16:00)