Svelata allo IAA 2017, la Mercedes-AMG Project One è probabilmente la più adrenalinica anteprima vista al Salone tedesco. Una showcar a due posti supersportiva, che adotta la più moderna tecnologia ibrida di Formula 1 trasferendola dalla pista alla strada, per la prima volta, praticamente intatta.

Il prototipo Mercedes di ibrida ad alte prestazioni può erogare più di 1.000 cv e raggiungere la velocità massima di oltre 350 km/h. Un progetto nato da un lavoro congiunto con i colleghi di Formula 1 di Brixworth e di Brackley che ha dato vita alla prima vettura di Formula 1 omologata per l’impiego su strada. Il prototipo fornisce già molti indizi su come sarà il futuro modello di serie, una tappa importantissima per lo sviluppo strategico di Merceds-AMG verso sportscar elettriche.

La trasmissione di forza alle ruote posteriori avviene attraverso un cambio manuale a 8 marce attuato idraulicamente e presupposto per le straordinarie caratteristiche della Mercedes-AMG Project One è la monoscocca in carbonio ad alta resistenza, con tecnologia derivata direttamente dal mondo della Formula 1. Conclusione: la Mercedes-AMG Project ONE è un’hypercar straordinaria. Per conferme, chiedere a Lewis Hamilton. Il video.

Il prototipo EQ nella categoria delle compatte

Il Salone di Francoforte 2017 è stato il palcoscenico di un altro importante debutto per Mercedes. La Concept EQA da oltre 200 kW mostra infatti che aspetto potrebbe avere un modello EQ nel segmento delle compatte. Del resto, entro il 2022 Mercedes immetterà sul mercato oltre 10 modelli veicoli completamente elettrici.

In combinazione con la gestione intelligente dell’utilizzo di energia, la Concept EQA è in grado di raggiungere un’autonomia di circa 400 km, a seconda della capacità della batteria installata, e può essere ricaricata a induzione o da una wallbox. Il primo modello di serie del nuovo sub-brand di Mercedes, ossia la EQC, verrà prodotto a partire dal 2019.

Debutta su Mercedes la localizzazione what3words

Allo stand Mercedes di Francoforte non ci sono solo i prototipi delle auto che verranno a catturare l’attenzione, ma anche una grande novità prossima al debutto. E che a Francoforte si può provare in anteprima.

Mercedes sarà la prima Casa automobilistica a utilizzare il sistema di localizzazione what3words. Start-up fondata nel 2013, what3words assegna tre parole a qualsiasi punto sulla superficie terrestre, rendendo così il luogo identificabile in modo inequivocabile anche lì dove non esiste alcun indirizzo.

È vero, ogni luogo sulla Terra è identificato tramite precise coordinate GPS. Ma chi è in grado di ricordare a memoria quelle complesse sequenze numeriche che formano la coordinata GPS? Ecco allora l’idea semplice e geniale di what3words, che ha saputo attirare l’attenzione di Daimler e del suo CEO, Dieter Zetsche, nel febbraio 2017. Risultato: entro i prossimi sei mesi questo innovativo sistema di localizzazione sarà disponibile di serie a bordo di una Mercedes.