La “sharing mobility” milanese si arricchisce di un nuovo servizio. “I milanesi e i city-user hanno dimostrato di apprezzare molto questa tipologia di servizi e di usarli quotidianamente – dichiara Marco Granelli, assessore a mobilità e ambiente del Comune di Milano –. Con il loro sviluppo diventa sempre più importante che tutti rispettino le regole della convivenza e della condivisione in strada”. Dal 14 ottobre residenti e turisti di Milano potranno contare sul servizio di eScooter MiMoto, omologati per due e con due caschi pronti all’uso nel bauletto.

Si tratta di un servizio free floating e senza chiavi. Vale a dire: localizzi l’eScooter più vicino tramite app, prenoti, parti e una volta terminata la corsa lo lasci dove vuoi all’interno dell’area operativa, che comprende tutto il centro di Milano, le principali zone di interesse (Navigli, Città Studi, Lambrate, Morivione, Calvariate, De Angeli, San Siro e Bovisa Politecnico) e i principali distretti universitari (Cattolica, Bocconi, Bovisa, Città Studi/Politecnico e Iulm).

Tutti under 35 i tre founders di MiMoto, ovvero Alessandro, Gianluca e Vittorio, che hanno cercato e trovato imprenditori e professionisti in grado di apportare al progetto un valore aggiunto, non solo dal punto di vista finanziario ma anche in termini di expertise e know-how. I partner meticolosamente scelti sono tutti Made in Italy: Askoll, fornitrice degli scooter elettrici, PLT puregreen, partner energetico emiliano-romagnolo, mentre come partner assicurativo è stata scelta Nobis.