Per mettere ancor più in risalto il carattere sportivo dei propri modelli, Mini presenta una nuova trasmissione automatica Steptronic a doppia frizione e 7 rapporti, disponibile per le versioni tre porte, cinque porte e Cabrio. Il nuovo cambio viene gestito mediante una leva di selezione elettronica di nuova concezione, che ritorna sempre nella posizione iniziale dopo aver cambiato tra la modalità di guida “D”, la posizione di folle “N” e la retromarcia.

Il principio della nuova trasmissione deriva direttamente dall’esperienza nel motorsport: proprio come in pista, il cambio consente di accelerare in modo particolarmente dinamico, garantendo il passaggio alle marce superiori senza interruzioni di coppia. Il guidatore può mantenere l’acceleratore premuto, mentre il controllo della trasmissione stabilisce le cambiate in modo più preciso e in una frazione di secondo, garantendo che il regime di rotazione del motore sia sempre ideale dopo ogni cambio marcia.

L’elemento base del sistema consiste di due frizioni in bagno d’olio: una è responsabile dei rapporti pari (2°, 4° e 6°), l’altra per i rapporti dispari (1°, 3°, 5°, 7°) e per la retromarcia. Durante la marcia, una delle due frizioni è aperta e l’altra è chiusa. Per esempio, se si accelera in terza marcia, la trasmissione della coppia motrice avviene per mezzo della frizione relativa e l’ingranaggio parziale che gestisce i rapporti dispari della trasmissione. Allo stesso tempo, il controllo della trasmissione assicura che il rapporto successivo richiesto – in questo caso la quarta – sia già pronto, cambiando simultaneamente e senza interruzione nell’erogazione della potenza.

Per avere la marcia appropriata pronta per la prossima cambiata, il sistema elettronico di controllo della nuova trasmissione a doppia frizione analizza continuamente le intenzioni del guidatore e la situazione della strada. Questa analisi comprende la posizione dell’acceleratore, la velocità del motore, la velocità della vettura e la modalità di guida.

Il divertimento di guida può essere valorizzato ancor più collegando il controllo della trasmissione al sistema di navigazione. In questo caso, l’unità di controllo della trasmissione è in grado di attingere ai dati di navigazione per adattare la strategia di cambiata alla situazione. Per esempio, in prossimità di una curva stretta o di un incrocio, una scalata di marcia viene effettuata in anticipo per poter sfruttare l’effetto freno motore. Quando si affrontano due curve in rapida successione, invece, la marcia ingranata dopo la scalata all’ingresso della prima curva viene mantenuta per evitare cambiate inutili.

La nuova trasmissione a doppia frizione permette anche l’utilizzo della funzione start/stop, mentre con la funzione di “veleggio” la trasmissione viene disaccoppiata non appena il guidatore toglie il piede dall’acceleratore, permettendo alla Mini di avanzare al minimo, senza alcun effetto frenante del motore e con un consumo di carburante ridotto.