Il pilota della Mercedes ha invitato il connazionale della Ferrari al briefing con gli ingegneri venerdì 27 a Sepang. La McLaren dovrebbe recuperare Fernando. La vittoria schiacciante della Mercedes agita il Circus.

ALONSOLa vittoria schiacciante della Mercedes a Melbourne agita e preoccupa il mondo della Formula 1. Da parte sua il team di Stoccarda non ha paura dei rivali e di svelare i propri “segreti”. Con un tweet Nico Rosberg ha invitato ufficialmente Sebastian Vettel nel suo box in Malesia assistere e prendere appunti nel corso della la riunione con gli ingegneri:

“Appuntamento a venerdì per le 16. Ho parlato con Toto (Wolff) e Paddy (Lowe) ed è possibile. Caro Seb, ecco l’invito ufficiale, a Sepang, venerdì alle 16 alla nostra riunione: non dimenticare la tua agenda”, Nico Rosberg.

Il tutto è nato dopo il siparietto nella conferenza post gara in Australia aperto con le dichiarazioni del vice campione del mondo.

“Sarebbe bello che la Ferrari potesse essere più vicina nelle prossime gare per avere una bella lotta”, Nico Rosberg.

Pronta la risposta di Vettel.

“Sii onesto, lo vuoi davvero? Siete finiti 30 secondi davanti e ti auguri di vederci più vicini? Speri di rallentare, è questo che vuoi dire?”, Sebastian Vettel.

Lo scambio di battute è proseguito.

“Spero possiate darci una sfida, sarebbe bello per lo spettacolo e lo sport: se foste più vicini sarebbe fantastico per tutti”, Nico Rosberg.

“Primo suggerimento, se non ti dispiace: aprite il vostro box in Malesia così da poterci dare un’occhiata. No? Sto scherzando”, Sebastian Vettel.

“Puoi venire quando vuoi, sei invitato”, Nico Rosberg.

Seb ha colto l’occasione al volo.

“Ok, grazie, verrò”, Sebastian Vettel.

Sul tema della superiorità Mercedes Lewis Hamilton dopo lo sfogo del team principale della Red Bull Christian Horner (parlando del gap tra la Mercedes e gli altri team aveva espresso il suo timore di “una perdita di interesse” verso il mondiale di Formula Uno, nda) ha usato parole dure contro la ‘scuderia con le ali’.

“La gente è triste quando non vince, è interessante vedere i loro commenti. Come risolvere i problemi della Red Bull? Suppongo ingaggiando gente migliore. Hanno dominato la Formula 1 per quattro stagioni, è molto tempo. Eppure non ci siamo lamentati. Noi ingaggiamo gente incredibile e facciamo un lavoro incredibile. Questa è la miglior monoposto che ho guidato fino ad ora”, Lewis Hamilton.

Nella polemica si è inserito Bernie Ecclestone il quale ha sostenuto l’appello della Red Bull fatto alla Fia per tenere a freno il vantaggio del motore Mercedes e creare una maggiore parità di condizioni.

“Sono assolutamente al cento per cento d’accordo. C’è una regola che aveva messo l’ex presidente della Fia Max Mosley quando era ancora lì che, in caso che una squadra o un motore di un particolare fornitore facesse qualcosa di magico la Fia può intervenire a livellare le cose. La Mercedes ha fatto un lavoro da prima classe, che tutti riconoscono. Abbiamo però bisogno di cambiare le cose un po’ ora e cercare di livellare le potenzialità. Avremmo dovuto congelare il motore Mercedes e lasciare liberi tutti gli altri per raggiungerli. Dobbiamo sostenere la Fia per apportare delle modifiche”, Bernie Ecclestone.

Il boss della Fom ha deto anche che la Mercedes Grand Prix ha lavorato a stretto contatto con la Fia sulla Power Unit.

“Loro sapevano un pò di più della Power Unit perché le persone della Mercedes erano a stretto contatto con la Federazione internazionale, per definire il concetto di questo motore. Per questo hanno avuto un inizio così forte e l’hanno portato avanti e ora qualcuno li deve riprendere. Potevi azzeccare il progetto o sbagliarlo perché gli uomini della Renault, che tanto hanno spinto per questa rivoluzione, hanno fallito”, Bernie Ecclestone.

Per altri motivi sull’argomento Mercedes è intervenuto Felipe Massa.

“Stiamo spingendo duro con il motore che sono sicuro può ancora avere alcuni miglioramenti e stiamo spingendo per avere, perché di sicuro la differenza è troppo grande. Mi auguro davvero che abbiamo lo stesso motore, perchè non vedo la situazione diversamente. Se non abbiamo lo stesso motore – che non posso dire al 100 per cento perché – allora lo vogliamo avere perché non è bello che noi non l’abbiamo”, Felipe Massa.

Fernando sì. Fernando no. Fernando forse. Correrà in Malesia?

“È in condizioni perfette da ogni punto di vista. Penso che correrà la prossima gara. Fernando sta bene e lo vedremo in pista molto presto. È stato uno shock, ma grazie a Dio ora sono qui e ne posso parlare sorridendo”, Lara Alvarez fidanzata di Fernando Alonso.

Lo spagnolo dopo l’incidente nei test a Barcellona, dalle cause ancora misteriose, si è riposato saltando la gara inaugurale della stagione in Australia. Negli ultimi giorni ha intensificato gli allenamenti ed è pronto a salire in macchina per aiutare la McLaren a uscire dalla crisi. Nando è volato a Woking per fare il punto della situazione e il profilo twitter della McLaren ha postato una foto con Eric Boullier annunciando che Nando si metterà al lavoro sul simulatore.

Non per gloria ma per soldi. Riguarda Giedo Van der Garde. Incasserà quindici milioni di euro per andarsene dalla Sauber e porre fine all’azione legale nei confronti della scuderia svizzera er sciogliere il contratto che lo legava come pilota partecipante al mondiale 2015.

Nel quadro del notiziario della giornatya si inserisce il Gran Premio di Germania. Né Hockeneim né Nurburgring sono in grado di ospitarlo. Nelle prossime settimane sapremo se la stagione 2015 tornerà a 19 gare per l’esclusione, appunto di quella tedesca. Sarebbe uno smacco per Mercedes, Vettel, Rosberg e Hulkenberg.

NO COMMENTS

Leave a Reply