MotoGP. Il rientro di Dani Pedrosa, Andrea Iannone correrà lussato

Il pillota spagnolo della Honda Repsol ha annunciato ufficialmente il suo rientro nel Gran Premio di Francia (domani le prime due sessioni di prove libere). Il pilota italiano della Ducati Team è caduto nel corso dei test privati sul circuito del Mugello. Indosserà una speciale t-shirt contenitiva.

IANNONE

Dani Pedrosa tornerà in sella alla sua Honda Repsol nel Gran Premio di Francia (domani le prime due sessioni di prove libere) e lo ha annuncia ufficialmente.

“Finalmente, posso dirvi che sarò a Le Mans. La verità è che non vedo l’ora di tornare sulla mia moto. Sono anche felicissimo di tornare con il team per lavorare di nuovo accanto a loro”, Dani Pedrosa.

L’ultima apparizione dello spagnolo risale alla fine di marzo, in Qatar, prima gara della stagione. Lì era giunta la decisione di fermarsi per operare nuovamente l’avambraccio destro, afflitto dalla sindrome compartimentale e causa di dolori insopportabili. L’intervento, eseguito a Madrid ai primi di aprile, ha comportato un periodo di riabilitazione. In un primo momento il rientro era stato programmato già a Jerez, ma dopo un test con una supermotard Pedrosa ha preferito aspettare ancora.

E per un pilota che si riprende, uno che si fa male. Andrea Iannone è caduto nel corso dei test privati sul circuito del Mugello. Andrea ha perso il controllo della GP15 in curva e ha riportato la lussazione della spalla sinistra, già infortunata. Il pilota, comunque, potrà correre a Le Mans.

E’ stato visitato dallo specialista ortopedico dottor Giuseppe Porcellini il quale ha rassicurato sul suo stato fisico e sulle possibilità di disputare la quinta gara del mondiale 2015. Per correre Iannone utilizzerà una speciale t-shirt contenitiva e si sottoporrà alle terapie di riabilitazione della clinica mobile.