Sao Paolo – Non per scelta ma per caso. Nico Rosberg ha girato in 1'24"781. Nessuno neanche un attimo  dopo potrà imitarlo, neanche il compagno di squadra Lewis Hamilton che si è intraversato con la sua Mercedes ed ha preferito non tentare inutili imprese. Meglio secondo a 449 millesimi che rovinarsi l'ultima gara. Secondo e primo dei sei piloti che nonostante le peggiorate condizioni della pista hanno spiccato 1'25". Tra questi anche Sebastian Vettel, anch'egli col brivido del fuori-pista con la Red Bull, terzo a 606 millesimi. E poi Jenson Button, quarto con la McLaren a 610 millesimi, Fernando Alonso quinto con la Ferrari a 812, Mark Webber sesto con la Red Bull n.2 a 1"016 e Sergio Perez settimo con l'altra McLaren a 1"165.
Per completare la prima top ten tre pilotimmin 1'26". L'ottavo è stato il russo Daniil Kvyat, terza guida Toro Rosso a 1"283, nono Heikki Kovalainen nono con la Lotus a 1"262 e decimo Nico Hulkenberg con la Sauber a 1"451.
Fuori dalla top ten la Ferrari di Felipe Massa (scambio di cortesie. il pilota in congedo ha preparato un casco tutto rosso, la squadra gli ha fatto trovare una tuta rossa con i colori giallo e verde del Brasile), 11ma, e la Lotus di Romain Grosjean, 13ma.

SHARE
Rino Cortese
Milanese d'adozione, siciliano di nascita, è cresciuto a pane e Formula 1. E non intende smettere. Anche se la F1 cambia in continuazione e non ci saranno più piloti come Senna e Prost.