Sao Paolo – Stamane per caso, nel pomeriggio con grinta e determinazione. Nico Rosbger ha chiuso la prima giornata del week end brasiliano caratterizzato dalla pioggia divnetata battente nel pomeriggio con i migliori risultati a conferma di una superiorità che, però, la Mercedes non ha saputo né potuto conferma con Lewis Hamilton. Il pilota tedesco è stato veloce il più veloce con le Wet, 1'27"993, e nel finale di sessione ancora più veloce con le Intermedie, 1'27"306. Lewis Hamilton come stamane ha continuato a fare la danza della pioggia intraversandosi in un paio d'occasioni ed alla fine è riuscito a rimediare il quinto posto a più di 8 decimi dal compagno di squadra. 
Le Red Bull rimangono le favorite della corsa ed anche delle qualifiche, quale che si la gomma che i pioti saranno costretti ad utilizzare. Sebastian Vettel si è classificato secondo a 225 millesimi ma avrebbe potuto concludere al primo posto se nell'ultimo tentativo non avesse avuto davanti guarda caso proprio Hamilton. Terzo tempo per Mark Webber con 286 millesimi di distacco.
Che la pioggia posssa riservare sorprese lo svela nella sua composizione il resto della top ten delle libere 2. Heikki Kovalainen ha portato la Lotus al quarto posto (primo dei piloti che hanno girato in 1'28", +823 millesimi da Rosberg) mentre Romain Grosjean ha rimediato a stento il decimo con 1"585 di distacco. La Toro Rosso ha infilato entrambi i piloti nella potenziale Q3: Jean-Eric Vergne sesto a 1"099, Daniel Ricciardo nono a 1"433. La Ferrari è stata limitata al solo Felipe Massa, settimo a 1"234 mentre Fernando Alonso ha chiuso 11mo a 1"622. Nella limitazione della Rossa la manina ce l'ha messa anche Nico Hulkenberg ottavo con la Sauber a 1"254.

SHARE
Rino Cortese
Milanese d'adozione, siciliano di nascita, è cresciuto a pane e Formula 1. E non intende smettere. Anche se la F1 cambia in continuazione e non ci saranno più piloti come Senna e Prost.