Principato di Monaco – L’azzardo aumenta nel gran premio dell’azzardo. Ha piovuto a catinelle stanotte sul Principato, ha piovuto stamane. I piloti hanno avuto il tempo di provare per 20 minuti su pista asciutta, poi ha ripreso a piovere è tutto è piombato nel caos dell’incertezza nella quale i team si potrebbero trovare anche alle 14:00 quando scatteranno le qualifiche. Ed allora via libera alle sorprese.
Perché il dato che viene fuori dalle libere 3 di stamane non è che con pista asciutta si siano messi davanti i soliti noti (le due McLaren Mercedes con Kovalainen il migliore, 1’16”567, Hamilton secondo a oltre mezzo secondo; la Ferrari con Raikkonen terza con mezzo secondo abbondante) ma che con asfalto bagnato le prestazioni si siano subito livellate e dai comuni mortali è partito il grido di guerra che si è trasformato in un livellamento cronometrico con i soliti noti. Ed ora sono pronti in a trasformare le prime due porzioni di qualifica in un inferno. Per cui per il rush finale potremmo trovarci con 10 piloti mai visti così in alto in griglia ed alla fine con una pole stupefacente. A meno di voler azzardare come ha fatto Kovalainen che dopo avere spiccato il tempo migliore sull’asciutto alle prime avvisaglie di pioggia ha continuato a spingere imperterrito, all’uscita della chicane delle piscine ha sbattuto il posteriore destro della McLaren contro il guard-rail ed ha distrutto la sospensione.
A Montecarlo continua a piovere e le previsioni annunciano una schiarita, forse sì forse no, in coincidenza con l’inizio delle qualifiche e di nuovo pioggia durante. Fate la vostra puntata: la pallina della roulette monegasca sta per mettersi a girare. Su quale numero puntate? (ore 12:15)
 

SHARE
Rino Cortese
Milanese d'adozione, siciliano di nascita, è cresciuto a pane e Formula 1. E non intende smettere. Anche se la F1 cambia in continuazione e non ci saranno più piloti come Senna e Prost.