Silverstone – Galeotto fu l’olio e chi lo ha versato. Ma soprattutto imbecilli i commissari di percorso che non hanno sventolato le bandiere per avvisare del pericolo. Il V10 Renault di Alonso è andato in fumo e la mono posto dello spagnolo ha lasciato una lunga striscia insidiosa di olio nel breve tratto che porta alla Stowe. Massa ignaro ci è arrivato poco dopo. L’ha presa in pieno e la sua Ferrari ingovernabile è finita col retrotreno contro le barriere protettive della Stowe. Il ferrarista per precauzione è stato portato centro medico. Tutto okay. La Rossa è finita subìto al pronto soccorso per le medicazioni del caso. Tante e importanti. Se la scocca ha retto lo sapremo nelle prossime. Massa dovrebbe saltare le libere 2 perché i meccanici avranno tanto da lavorare per arrivare, forse, a rimetterlo in pista domani mattina per le libere 3.
Consolazione. Massa poco prima aveva fatto il giro migliore, 1’19”575, un muro contro il quale hanno sbattuto inutilmente le McLaren di Kovalainen, alla fine seconda, e di Hamilton, terza: ad appena 12 millesimi il finlandese, a 278 l’inglese. Quarto Raikkonen che se non se l’è presa comoda poco ci è mancato. Per lui la buona notizia è che la Ferrari non ha voluto rischiare il motore stressato dal guaio ai condotti di Magny-Course e ha usufruito del bonus del motore nuovo che non prevede retrocessioni in griglia.
Con distacchi più evidenti la Bmw di Kubica, il quale continua ad avere una certa antipatia per la prima sessione di libere, e la Renault di Alonso che ha potuto fare, per altro, solo 7 giri, per l’arrosto del suo V10.
Per il resto solo ordinaria e banale amministrazione e nulla da raccontare. Se non che stamane faceva freddino, appena 17 gradi nell’aria e 18 sull’asfalto e che secondo gli esperti la pioggia è attesa nel tardo pomeriggio di oggi, certamente domani per le qualifiche e domenica per la gara. Vedremo se Meteo GB è imbranato come Meteo France a Montecarlo. (ore 13:00)

NO COMMENTS

Leave a Reply