Melbourne – L’adrenalina è ancora in circolo, ma la prima pole di stagione è stata assegnata. Ad aggiudicarsela , e verrebbe da dire “ma va?”, è stato Lewis Hamilton con la sua McLaren.
Una bella soddisfazione per il driver che da quest’anno può dirsi tutto tranne che un rookie.
“La partenza di domenica penso che sarà interessante a causa delle modifiche ai regolamenti – ha dichiarato un, come al solito, sorridente Hamilton a fine qualifiche – L’anno scorso con l’elettronica è stato relativamente facile, adesso dipende dal pilota. Per fortuna partirò dal lato pulito della pista e spero che questo mi aiuti un po’, ma sarà una prova lunga e rude!”, ha concluso.
Soddisfazione doppia in Casa McLaren, era da tempo che non si vedeva aggirarsi ai box un Ron Dennis tanto sereno e sorridente, anche Heikki Kovalainen ha di che essere grazie al terzo posto conquistato ai danni, si fa per dire, di Felipe Massa, primo dei due ferraristi. “Sono felice di essermi qualificato terzo, ma posso progredire ancora – ha detto il biondissimo neo acquisto delle Frecce d’Argento – L’equilibrio della vettura sembra buono, ma non ho fatto un giro perfetto. L’anno scorso non ho vissuto un buon avvio di stagione, per cui questo è un eccellente risultato della mia carriera di pilota alla McLaren. I ragazzi hanno lavorato senza sosta per risolvere un piccolo problema al cambio,” ha concluso Heikki.
La delusione è palpabile in Casa Ferrari e Renault. Il Cavallino si aspettava certo migliori piazzamenti dai suoi due “guerrieri”, mentre pur avendo previsto un avvio di stagione difficile alla Renault, certo speravano in qualcosa di meglio della sesta fila per Alonso e addirittura dell’ultima per Piquet Jr.
“Come avevamo previsto, oggi la lotta è stata molto serrata – ha dichiarato uno sconfitto, ma non vinto Alo nso a fine prove – Stamattina ero soddisfatto del comportamento della vettura, ma in qualifica ho avuto un problema al differenziale che ha perturbato l’equilibrio del mezzo rendendolo difficile da guidare.  Sono convinto che potremo rifarci domani, lavoreremo affinché sia così,” ha commentato Alonso.
“Non ho girato molto dall’inizio del weekend per diverse ragioni e lo si è visto nelle qualifiche di oggi pomeriggio – ha a sua volta aggiunto Piquet – Sono deluso perché speravo di fare meglio per il mio primo GP, ma domani farò del mio meglio per rimontare e soprattutto continuare ad imparare il più possibile”.
E nei box del team di Maranello, si torna ad “ammirare” la faccia scura di Kimi Raikkonen, come non la si vedeva più da parecchi mesi.
“E’ chiaro che sono deluso – ha dichiarato il finlandese – A poche curve dalla fine del giro di rientro si è verificato un problema alla pompa elettrica della benzina che mi ha fatto fermare in prossimità della pit-lane ed è stato quindi impossibile cercare di tornare ai box e di provare a sistemare la situazione. Sono cose che succedono ma è chiaro che no