Mogyròd – Frustato e deluso Felipe Massa per avere andare letteralmente in fumo, a tre giri dalla conclusione, il primo posto nel Gran Premio di Ungheria.
Cerca di reagire il brasiliano, ma la delusione è cocente: <<Ora sono molto frustrato – ha dichiarato ieri dopo una “pausa di riflessione” per riprendere il controllo dei suoi nervi – Purtroppo la vita è così. E le corse possono essere crudeli. È successo tutto all’improvviso – ha raccontato Massa – senza alcuna avvisaglia. Avevo già rallentato di un secondo al giro, limitando il regime di giri, quando ho visto che a Hamilton era capitato un problema e con oltre 20″ di vantaggio su Kovalainen non valeva la pena rischiare. Bastava gestire la gara. Al via sapevo ci voleva una grande partenza Ho sfruttato il lato pulito della pista per passare Kovalainen e mi sono messo in scia di Hamilton – ha spiegato  Massa – È andata come speravo, alla staccata ce l’ho fatta a scavalcarlo. All’Hungaroring, invece, con i freni che non andavano non avevo le armi per lottare – ha commentato il ferrarista tornato sull’episodio dello sfortunato sorpasso subito “senza reagire” un paio di dettimane fa nel G.P. di Germania – Mi avrebbe passato al giro successivo. Qua avevo le armi e ho lottato.  Ferrari e McLaren secondo me sono alla pari. Siamo in tre in pochi punti. Per me sono otto da Hamilton e penso che alla fine oggi sarebbe potuta andare anche peggio. Poi certi problemi succedono. Ma ci sono ancora sette gare, 70 punti. Resta un problema di affidabilità. Non siamo al 100%, ma nel peggiore dei casi siamo ancora in lotta per i due titoli», ha concluso Massa.
Intanto ieri la Ferrari ha predisposto il trasporto urgente della F2008 di Massa per consentire rapidamente l’arrivo alla gestione sportiva a Maranello (Modena) e dunque l’apertura del motore rotto a tre giri dal termine per capire le ragioni del guasto che ha privato il brasiliano di una vittoria già nelle sue mani. Alle 10 è fissato l’inizio del tradizionale debriefing, come viene chiamata la riunione che segue i gran premi per studiarne le situazioni che si sono prodotte ed è annunciata la presenza del presidente di Maranello, Luca di Montezemolo, evidentemente molto interessato a stimolare la squadra anche per migliorare l’affidabilità delle monoposto. (ore 9:40)

NO COMMENTS

Leave a Reply