Ferrari-Raikkonen, sfidanti cercasi

Ferrari-Raikkonen, sfidanti cercasi

0 6
Melbourne, 12 Marzo 2008 – Kimi Raikkonen è il favorito nel campionato di F.1 che debutta domenica a Melbourne? L’interrogativo è d’obbligo e la risposta è sì. Kimi, contro ogni previsione e contro il parere dei soliti esperti di vicende in Casa Ferrari che lo davano per spacciato perchè non sarebbe stato capace di ambientarsi, per meriti suoi, della Rossa a lui affidata, della squadra, ma in maggiore misura per i demeriti di Hamilton e gli errori della McLaren, è riuscito a conquistare il titolo iridato piloti.

Riparte da quel titolo per confermarsi campione sulla base della considerazione che quest’anno in avvio di campionato la Ferrari è superiore alla McLaren e che questa superiorità potrà essere mantenuta, con larghe possibilità previsionali, nello sviluppo della monoposto che inevitabilmente avverrà gara per gara.

Dice Raikkonen:<<Non vedo l’ora di ricominciare. Siamo a Melbourne con una macchina competitiva. Siamo in buona forma, non ho mai iniziato una stagione con una sensazione così buona. Negli ultimi test siamo andati bene e ci aspettiamo di fare altrettanto in gara. La F2008 è un bel passo avanti rispetto al 2007. La Ferrari ha fatto un gran lavoro nelle aree dove ce n’era bisogno>>. Ad Albert Park l’anno scorso Kimi ha fatto pole e vittoria.

E’ favorito perchè la base dei competitori è molto stretta. Strettissima. Solo la McLaren Mercedes. Ma non solo Lewis Hamilton. Kimi non potrà ritenere totalmente affidabile alle sue priorità il compagno di squadra Felipe Massa che già scalpita per dimostrare di non essere secondo al coequipier e finalizzerà le sue gara alla dimostrazione di questa convinzione per potere sovvertire l’ordine costituito ed assumere il ruolo di candidato premier. Massa al terzo anno alla Ferrari, giudica positiva ma sfortunata la scorsa stagione e dice: <<Ho dimostrato di sapere vincere e voglio essere di nuovo al vertice>>.

Raikkonen è favorito perchè la McLaren non sembra quella della passata stagione e perchè Lewis Hamilton potrebbe confrontarsi con la “sindrome dell’occasione mancata”. Il suo 2007 da esordiente castiga tutti potrebbe non ripetersi perchè, questa è la convinzione di un campione iridato ma vecchio marpione come Jackie Stewart, il secondo anno di un pilota in F.1 è il più difficile di tutti. Lewis si è liberato di Fernando Alonso ed ora con la McLaren totalmente o quasi nelle sue mani dovrà dimostrare che le imprese della scorsa stagione erano veramente tutte merito suo e non usufruiva delle migliorie apportate gara per gare alla monoposto da Alonso. Nel 2007 ha dimostrato bravura, non lucidità nei momenti topici. E’ stato il limite che lo ha perso.

Il nuovo compagno di squadra di Hamilton, Heikki Kovalainen, potrebbe vestire i panni che sono stati di Lewis e fare il ribelle in casa McLaren. Nei test invernali ha fatto meglio del coequipier e questo lo ha motivato al punto di dire:<<Non sono venuto per fare il secondo, nè la McLaren mi ha preso per questo>>. Nessuno lo ha smentito. Vedremo. Comunque sarà un atout in più per Raikkonen favorito e un’insidia per Hamilton.

Fernando Alonso è rientrato in Renault per dimostrare che vale più il pilota che la monoposto. E’ vero che con lui sono arrivati i titoli 2005 e 2006 e senza di lui Briatore ha avuto una stagione tribolata. Sa di non avere la macchina competitiva e affidabile e sa che ci dovrà mettere del suo per evolverla, migliorarla, portarla ai vertici. Qui non ha concorrenti perchè il suo regno non concede che ruoli marginali e Nelson Piquet Junior alle prese con i problemi del debuttante con una monoposto appena accettabile.

E gli altri?. Bmw sembra ancora una grande incompiuta, Williams la grande decaduta alla ricerca impossibile dell’arca perduta della gloria iridata, Toyota e Honda ancora giganti d’argilla che

NO COMMENTS

Leave a Reply