Valencia – Gastronomia finlandese. Kimi Raikkonen ha messo tutti d’accordo. Oggi, Venerdì 22 Agosto mangiate “kaalikaaryleet”. Traduco: involtini di cavoli. Ed aggiungo: amari. Fernando Alonso aveva proposto come piatto forte la specialità andalusa “gazpacho”. E s’era seduto a capo tavola per banchettare. La cucchiaiata gli è rimasta a mezz’aria. Per 20 millesimi Iceman ha servito i patriottici, per lui, “involtini”.
Kimi è tornato. Perché se n’era mai andato?. Kimi s’è svegliato. Perché s’era mai addormentato. Da oggi pomeriggio a domenica pomeriggio sarà lungo e difficile cammino ma è un fatto acquisito che il finlandese della Ferrari sul circuito tutto da scoprire di Valencia ha acquistato una fidejussione di grande valore. La pole position provvisoria col tempo migliore nato dall’essere stato il più veloce nei due primi settori del tracciato (il terzo settore gli è stato tolto dell’incredibile Honda di Button) e per avere realizzato la velocità di punta stratosferica di 314 km/h. 1’39”477: ecco gl’ingredienti numerici degli “involtini”. E dire che altri sei piloti, ovviamente compreso il deluso Alonso, hanno varcato ambiziosamente la soglia dell’1’39” e il pomeriggio ha assunto arrivo dopo arrivo connotati sempre diversi. Nell’ordine di classifica: Button, Massa, Hamilton, Kovalainen, Glock. Alla fine tutti messi in riga: 99 millesimi a Button, 201 al compagno di squadra, 235 alla prima McLaren, 477 alla seconda, 520 alla Toyota.
Tutti gli altri, Bmw per prima, a fare da spettatori senza possibilità di intervenire nella recitazione a soggetto.
Domani mattina il turno conclusivo di libere e alle 14:00 i tre turni di qualifica. Per una griglia non completamente in fotocopia. (ore 16:00)
 
 

SHARE
Rino Cortese
Milanese d'adozione, siciliano di nascita, è cresciuto a pane e Formula 1. E non intende smettere. Anche se la F1 cambia in continuazione e non ci saranno più piloti come Senna e Prost.