Domenicali, Kimi non ha colpe

Domenicali, Kimi non ha colpe

Valencia – <<Raikkonen ha avuto problemi per colpa della squadra. Sarà capace di motivarsi da solo>>. A dirlo è Stefano Domenicali, che ritorna sui tre punti salienti della conferenza stampa del dopo-gara.
I due pit stop sono i punti centrali, e Domenicali è impaziente di far sapere che il meccanico coinvolto quando Kimi Raikkonen ha lasciato il pit stop in anticipo, ha sofferto soltanto della frattura a un dito del piede.
<<Kimi è molto contento che noi abbiamo vinto – dice Domenicali. – Questo è un esempio dell’atmosfera che regna nel team, mi ha detto “sono molto dispiaciuto, sono molto dispiaciuto” e non era colpa sua. Questo mostra come sono le persone in casa Ferrari, la passione che hanno, il modo in cui si comportano e la professionalità che dimostrano ogni giorno. Noi dobbiamo sentirci davvero orgogliosi dei ragazzi che lavorano in questo team>>.
Domenicali ha spiegato come il team non usi più il lollypop, ma un sistema di luci a semaforo, direttamente di fronte al pilota. Il sistema funziona in questo modo: <<quando l’erogatore del carburante è connesso alla vettura, c’è una luce rossa accesa. A un certo punto compare a fianco della luce rossa una luce lampeggiante che indica al pilota di prepararsi a partire. Non appena la pompa viene estratta, la luce diventa verde, a meno che la persona addetta al controllo del pit stop la attivi manualmente, nel caso in cui ci sia una macchina in transito nella corsia dei box, per ritardare la partenza. Così funziona il sistema. Noi lo utilizziamo sin dall’anno scorso>>.
È stato chiesto a Domenicali se il sistema fosse complicato. <<Onestamente non penso proprio. E’ facile attaccare Raikkonen – spiega il team manager – Ma stiamo parlando del campione del mondo. Se non è arrivato, è colpa del motore. Il vero problema della Ferrari è l’affidabilità. Il campionato è super aperto. Aspettatevi una Ferrari cattiva e aggressiva, che farà tutto per mantenere la supremazia tra i costruttori e riprendersi quella tra i piloti>>.
Domenicali ha detto anche che il team rispetterà la multa imposta al team per l’uscita dalla pit lane di Massa, vincitore della gara. <<E’ stata comminata una multa alla squadra, non al pilota; ad essere onesti, non pensiamo sia stata una manovra azzardata. Come si può vedere dalle immagini non c’erano ostacoli e rallentamenti.
Felipe era sul lato destro, ha rallentato e la Force India l’ha fatto inserire ma questo è il punto di vista della Fia e noi lo dobbiamo rispettare>>. (ore 14:00)

NO COMMENTS

Leave a Reply