GP Singapore. Domenicali: Kimi dovrà aiutare Massa. Raikkonen: il mio mondiale non...

GP Singapore. Domenicali: Kimi dovrà aiutare Massa. Raikkonen: il mio mondiale non è finito

Singapore – Fa caldo (27 gradi la massima) ma piove. Puntualmente ogni sera. Gli esperti dicono che sarà così per tutto il weekend. Circostanza che preoccupa la Ferrari che nelle gare bagnate trova sempre una McLaren più prestazionale e temibile. Il circuito aggiunge preoccupazioni a preoccupazioni. A parte i lavori di completamento (mancano ancora cordoli e protezioni ma, dicono gli organizzatori per domani pomeriggio per la prima sessione di prove libere, in Italia le 13:00, tutto sarà pronto) la pista si sporca facilmente e soprattutto è sempre piena di foglie. Per tutti i piloti tanti problemi da risolvere nel momento in cui faranno conoscenza col circuito. Illuminato a giorno (impianto da 20 milioni di euro realizzato dall’imprenditore ravennate Valerio Maioli) perché la gara si svolgerà in notturna, anche questo un impatto inedito per tutti.
In casa Ferrari c’è anche la preoccupazione di centrare i due obiettivi iridati, piloti e costruttori e Stefano Domenicali ha stabilito le gerarchie. Kimi Raikkonen dovrà aiutare Felipe Massa, che è ad un punto da Hamilton, sul quale Maranello conta per il campionato piloti. Ma c’è qualcosa che non funziona se è vero che Raikkonen ha dichiarato al Corriere della Sera (intervistato ad Abu Dhabi dove stanno realizzando il circuito di F.1 su quale debutterà la stagione 2009) <<…bisogna essere realisti, la mia situazione non è facile… ho detto che non mi sento una seconda guida e lo confermo… proverò a vincere le prossime gare, poi vedremo…>>.
Kimi non vuole aiutare Massa? <<Ci sono troppe variabili – ha dichiarato ancora al Corriere della Sera – Vediamo gara per gara e poi ad un certo punto decideremo>>.
A un certo punto? Mancheranno tre gare dopo Singapore, se non è stato deciso nulla oggi non si vede quale possa essere il “certo punto” indicato da Raikkonen. (ora italiana 12:00)

NO COMMENTS

Leave a Reply