Singapore – La prima mossa è fatta: Felipe si aggiudica la pole mentre Hamilton rischia addirittura di rimanere fuori dalla Q3, salvato, probabilmente, solo dal guaio che ha costretto Alonso al ritiro dalla Q2.
Massa: <<Direi che è stata un prestazione buona su un circuito divertente. Avere una buona vettura e non fare errori in pista porta sempre risultati. Qui in particolare, curva per curva bisogna cercare di non fare errori. La visibilità non è un problema c’è un ottima illuminazione, ma le curve sono molto insidiose, molto più che a Monaco, quindi domani dovremo concentrarci al massimo. La squadra ha lavorato come sempre ma con orari molto diversi. Fisicamente è stato strano adattarsi al fuso orario, siamo arrivati qui molto tardi di sera martedì e alle tre del mattino di mercoledì siamo andati in giro per il tracciato con i miei familiari e altri piloti, è stato divertente>>.
Dal canto Hamilton ha davvero di che gioire oggi: <<Ce l’ho fatta per un pelo a rientrare nella Q3 ma ce l’ho fatta e sono anche arrivato secondo, quindi non mi lamento del risultato. Ho fatto del mio meglio anche se per arrivare in pole non è stato sufficiente. Le due mescole portate dalla Bridgestone nelle varie gare sono sempre diverse, ma oggi la differenza era davvero notevole contrariamente al solito. Correre di notte è bellissimo, certo con il fuso orario diverso è stato strano soprattutto perché abbiamo spostato tutti i nostri orari in notturna>>.
Senza infamia e senza lode il terzo posto di Kimi Raikkonen che, è palese, o volente o nolente domani dovrà suo malgrado il gregario per il collega brasiliano.
Raikkonen: <<Abbiamo avuto problemi al volante che non mi facevano avere un controllo perfetto della vettura, quindi tutto sommato è andata abbastanza bene. Fa caldo, è umido, ma nel complesso non è un circuito più difficile di altri, le curve sono tante, è vero ma sono lente. L’unico problema possono essere le sconnessioni ma con uno sforzo l’anno prossimo sarà un circuito perfetto>>.  (ore italiana 17:20)