Kuala Lumpur – La prima sessione di prove libere del Gran Premio di Malesia hanno costituito motivo di soddisfazione ma allo stesso tempo di preoccupazione per la Ferrari qui in cerca di riscatto dopo la cocente delusione australiana. Infatti, mentre Felipe Massa ha potuto effettuare un’intera ora e mezza di prove inanellando 20 giri ed alla fine chiudendo al primo posto col tempo di 1’35”392, Kimi Raikkonen di giri ne ha potuti effettuare solo 8: la sua Rossa si è fermata per un problema tecnico (ancora la famigerata centralina McLaren?). Al finlandese è rimasta la soddisfazione del secondo tempo della mattinata con 1’36”459, magra consolazione perché non ha potuto svolgere il lavoro programmato e propedeutico alla seconda sessione di libere del pomeriggio. Ma le preoccupazioni per la Ferrari arrivano anche dalla Force India che monta i propulsori di Maranello: il motore di Sutil è andato in fumo nel corso delle prove. Il pilota tedesco non verrà penalizzato in quanto la sostituzione del motore il venerdì è ammessa..
Stamane hanno girato senza molto impegnarsi le due McLaren Mercedes, Kovalainen ha fatto meglio di Hamilton,  mentre per la Bmw si è presentato il problema della monoposto di Kubica che ha fatto solo 9 giri ed è stata riportata al box per essere completamente controllata. Discrete prestazioni per la Renault di Alonso, la Williams di Rosberg. Toyota e Honda con i soliti problemi.
Allarmante l’incidente che ha avuto come protagonisti David Coulthard. La sua Red Bull per un banale salto su un cordolo è andata praticamente distrutta come se avesse impattato violentemente contro una barriera. Un difetto strutturale che preoccupa non poco e che sta costringendo i tecnici della Red Bull a una verifica completa della monoposto dello scozzese (che non potrà partecipare alle libere 2) e di quella di Webber che per altro è stato costretto allo stop perché il motore Renault è finito arrosto. (ore 06:00)
Rino Cortese

NO COMMENTS

Leave a Reply