Kuala Lumpur – Non nutrono molte speranze in McLaren relativamente a questo avvio di stagione. In modo particolare Lewis Hamilton che ha dichiarato: <<Ho imparato a non abbassare mai le braccia. Lo abbiamo dimostrato anche lo scorso anno in Brasile: noi ci battiamo fino alla fine e l’abbiamo dimostrato anche a Melbourne questo fine settimana. Non abbandono mai quando sono alla guida. Voglio guidare più determinato che mai e sono impaziente di portarmi di nuovo davanti. Siamo consapevoli che la nostra macchina non è in grado di ripetere questo tipo di prestazione – ha detto il campione del mondo – E Sepang è uno dei circuiti più duri del calendario. La pista è veloce, tecnica ed è molto esigente dal punto di vista del grip e dell’aerodinamica. Tuttavia siamo fiduciosi visti i progressi che abbiamo fatto. In Australia abbiamo ottenuto un risultato incredibile e non me l’aspettavo – ha detto ancora – Ho attaccato come un matto a ogni giro, lavorando con il team via radio per cercare di essere il più veloce possibile. È stato un risultato fantastico, anche per il team>>.
Anche Martin Whitmarsh, successore di Ron Dennis alla guida della McLaren, è certo che le Frecce d’Argento si troveranno in difficoltà a Sepang: <<Onestamente – ha detto – credo che in Malesia soffriremo. Sicuramente andremo meglio che in Australia perché la pista è rapida e tecnica, ma avremo comunque problemi. Non dovremo abbassare la guardia, non siamo abbastanza veloci per entrare facilmente in zona punti. In Australia alla fine è andata meglio di quanto speravamo. Questo terzo posto, viste le prestazioni della macchina, ha confermato ancora una volta il talento di Lewis. Penso che abbiamo scelto una buona strategia, prendendo rischi all’inizio con gomme più morbide, cosa che ha costretto Lewis a fermarsi presto. Poi è riuscito a realizzare sorpassi formidabili. Non è abituato a partire dal fondo della griglia, ma ha dimostrato ancora quale grande campione sia>>, ha concluso.  (ore 15:10)