Kuala Lumpur – Vuoi vedere che la “tigre della Malesia” è uscita dalla gabbia, si è liberata dalla cattività cui sembrava fosse stata costretta, ed è tornata libera e felice predatrice? Godiamoci la splendida Ferrari che conclude le prove del Venerdì con quella che viene definita la “griglia virtuale”. Che trova in pole position Kimi Raikkonen col tempo di 1’35″707, affiancato da Felipe Massa che è stato appena 125 millesimi più lento. I domatori di Melbourne sono tutti a ridosso della “tigre” con sgabello e frustino, secondo il più classico dei cliché circensi, ma sono loro ad avere paura. Sebastian Vettel con la Red Bull Renault è stato l’unico ad entrare nel tempo di 1’35” dei ferraristi (247 millesimi di differenza da Raikkonen) ma quand’anche il tedeschino dovesse ripetersi in qualifica dovrà retrocedere di 10 posizioni in griglia per la penalizzazione inflittagli dopo lo scontro a 3 giri dalla conclusione con la Bmw di Kubica. Il “gruppo selvaggio” dei diffusori ritenuti illegali è stato imbavagliato senza possibilità di interpretazioni (non sembra proprio un caso dilagante di strategia del nascondino) sia perché nonostante i tentativi, anche al limite, nessuno è riuscito a scalzare le due Rosse, sia perché questa prima resa dei conti è arrivata nel contesto delle libere 2, quando tutti con gomme morbide hanno provato il ritmo gara. Circostanza che ha dimostrato che qui la Ferrari con queste gomme non soffre, le altre sì come a Melbourne.
Sicché la Williams ha rimediato il quarto posto con Rosberg (1’36″015) e l’ottavo con Nakajima (1’36″290); la Brawn GP il sesto posto di Barrichello (1’36″161) e il settimo di Button (1’36″254) preceduti dalla Red Bull di Webber, quinto (1’36″026); la Toyota è stata relegata con Trulli al dodicesimo posto (1’36″516) e Glock al quattordicesimo (1’36″639).
In grande affanno la Renault (Piquet decimo, Alonso quindicesimo) e la Bmw (Kubica diciassettesimo, Heidfeld ventesimo). L’italo-svizzero esordiente Sebastién Buemi continua a fare meglio del compagno di squadra: la sua Toro Rosso Ferrari tredicesima (1’36″628), quella di Bourdais diciottesima (1’37″278).
Oggi pomeriggio i temporali si sono mantenuti, minacciosi, nelle zone limitrofe a Sepang. Le previsioni danno pioggia domani, soprattutto nel pomeriggio per le qualifiche (alle 5 del pomeriggio), e domenica per la gara. La pioggia può essere l’elemento che potrebbe stravolgere il riequilibrio delle forze intravisto oggi pomeriggio. (10:00, ora italiana)

SHARE
Rino Cortese
Milanese d'adozione, siciliano di nascita, è cresciuto a pane e Formula 1. E non intende smettere. Anche se la F1 cambia in continuazione e non ci saranno più piloti come Senna e Prost.