Shanghai – Per quello che appare, con valenza relativa e non assoluta, il responso delle libere 3 di questa mattina dalle 11 alle 12, ora locale (in Italia dalle 5 alle 6) indica una volta di più la possibilità di Williams motorizzata Toyota e della Toyota stessa come avversarie più accreditate delle BrawnGP. Nico Rosberg si è aggiudicato l’ultima sessione delle libere precedendo Trulli di 139 millesimi (1’36″133 il crono del tedesco) mentre le due BrawnGP si sono “nascoste” con Jenson Button al quarto posto, preceduto dalla McLaren Mercedes di Lewis Hamilton (piazzamento che non prefigura una improvvisa guarigione di una delle grandi ammalate di questo mondiale) a 350 millesimi da Rosberg e con Rubens Barrichello addirittura decimo a poco più di mezzo secondo dalla Williams di testa.
In una classifica dalla quale nessuno trae ispirazione per un capovolgimento delle forze acquisite dopo le prime due gare, la Ferrari senza kers (per motivi di sicurezza) si ritrova sesta con Massa e nona con Raikkonen. Meglio della Renault che ha sì Piquet in quinta posizione ma Alonso in penultima e della Bmw con Heidfeld e Kubica undicesimo e dodicesimo. “Nascoste” nel  mucchio anche le Red Bull di Vettel, sedicesimo, e Webber, diciassettesimo.
E può anche essere fuorviante il rilevamento che in questa classifica tra il primo e il quattordicesimo ci siano 7 decimi. Diversi carichi di benzina e proprio strategie di non mostrarsi più di quanto già fatto hanno reso possibile questa omogeneizzazione prestazionale.
Se sorprese ci dobbiamo  aspettare queste potrebbero arrivare dalle condizioni del tempo secondo le quali la pioggia che viene data per scontata per la gara potrebbe avere degli “assaggi” già oggi pomeriggio durante le qualifiche (ore 14 locali, 8 del mattino in Italia). (07:00, in Italia)

SHARE
Rino Cortese
Milanese d'adozione, siciliano di nascita, è cresciuto a pane e Formula 1. E non intende smettere. Anche se la F1 cambia in continuazione e non ci saranno più piloti come Senna e Prost.