Il popolo della Ferrari aspetta il miracolo sulla via di Manama per...

Il popolo della Ferrari aspetta il miracolo sulla via di Manama per evitare l’ “ultima spiaggia”

0 1

Manama (Baharain) – Miracolo della fede (sportiva). Il popolo in adorazione crede che la Ferrari sarà folgorata dallo spirito di antiche virtù sulla via di Manama. Tecnici e piloti sembrano in difetto di fede e continuano a dire che solo dal Gran Premio di Spagna ci potranno essere soluzioni per tentare di annullare l’attuale gap dai nuovi padroni del Circus che ha ridimensionato la Signora in Rosso a Cenerentola del reame.
La stagione della F.1 lasciato l’Estremo Oriente si avvicina al fronte europeo passando dal Bahrain per la quarta gara del calendario fin oggi svoltosi sotto il segno dell’Acquario. Gara asciutta o bagnata – ma quì non può che essere asciutta anche se il GP del Qatar per la MotoGP ha dimostrato che possono esserci eccezioni alle regole meteo anche da queste parti – la Ferrari attuale ha poco da chiedere ai piloti se non saranno messi al volante di monoposto almeno accettabili per prestazioni e affidabilità.
Si arriva a Manama con le certezze che riguardano le altre scuderie. BrawnGP e Red Bull innanzitutto. Sono le due realtà solari della stagione ed il fatto che ci sia questa potenziale rivalità garantisce alle gare duelli spettacolari. Promesse fin oggi mancate, nonostante i vantaggi dei diffusori, Williams e Toyota che hanno raccolto meno di quanto avrebbero potuto ma, certamente, altre due squadre con potenziale tale da allargare la base di incertezza nelle prossime gare.
Delle grandi decadute c’è chi sta meglio della Ferrari. Renault col diffusore già adottato in Cina dopo l’exploit di Alonso in qualifica ha fallito, causa pioggia che ha vanificato la strategia dello spagnolo, l’obiettivo podio. McLaren, nonostante la palese insufficienza del progetto, continua ad acquisire punti che fanno tanto morale. L’ultima gara ha bocciato la Bmw che pure nelle precedenti due occasioni qualcosa era riuscita a fare.
La Ferrari col kers e senza kers vale attualmente quello che dimostrano le classifiche piloti e costruttori. Lo zero desolante che demoralizza e fa dire ai piloti “noi non molliamo, ma in queste condizioni abbiamo poco da fare”.
Si comincia Venerdì con i due turni di prove libere. In bocca al lupo, Ferrari! (09:00 in Italia).

NO COMMENTS

Leave a Reply