Valencia – Lewis non più ragazzo triste. Il campione del mondo in carica, anche se sa che la difesa del titolo a questo punto della stagione è improponibile, dopo il successo in Ungheria e la pole quì a Valencia è tornato ad essere sereno e consapevole che il suo ruolo nelle prossime sette gare, a partire da domani, sarà da protagonista. Ed è anche modesto. <<Non ho fatto un giro perfetto – ha detto Hamilton – ma è bastato per la pole. Domani possiamo lottare per il podio, dipenderà molto anche dalla strategia. E’ un grande momento per il nostro team>>.
Soddisfatto anche Kovalainen in attesa di conferma di contratto: <<Peccato per quella sbavatura nel finale di tentativo. Non è che abbia esagerato, è che ho impostato troppo all’esterno, la monoposto stava per sfuggirmi, ho dovuto correggere ed è finita anche bene col secondo posto e la prima fila. In gara sappiamo che possiamo puntare al podio>>.
Due insidie in più per Jenson Button e la sua BrawnGP che  faticano parecchio a mantenere il passo di inizio Mondiale. Ma l’inglese non si perde d’animo: <<Vediamo cosa accadrà domani. Comunque bisognerà capire anche quanto carburante avevano le McLaren, che in ogni caso sono andate molto bene. Io dovrò continuare a fare la gara su Vettel e Webber, quindi non sono messo male>>.
Barrichello sa che nel momento delle scelte il team preferirà Button ma anch’egli in attesa di conferma fa della modestia virtù: <<Le McLaren erano imbattibili. Io sono riuscito a fare meglio di Jenson ma insieme dobbiamo fare la gara sulle Red Bull. Dobbiamo evitare quel che è successo in Ungheria. Quì dobbiamo anche puntare al podio. Dipende dalle strategie>>.
La Ferrari continua a fare muro attorno a Luca Badoer. Stefano Domenicali: <<Luca ha fatto quel che ci aspettavamo da lui in questo primo impegno. Obiettivamente non poteva accedere alla Q2. Noi non facciamo pressione e siamo certi che nel proseguio del campionato farà meglio>>.
<<Per me questo gran premio -commenta l’interessato – è un po’ come un test, dal prossimo GP riuscirò a fare meglio>>.
Le chanches della Ferrari sono affidate a Kimi Raikkonen. Il finlandese ci mette tutto limpegno possibile e finisce sesto, a circa sei decimi dalla pole. <<Proveremo a salire sul podio – assicura Iceman – La macchina va bene, anche se non è veloce come quelle che ci stanno davanti. Molto dipenderà dalla partenza, e comunque sarà una gara lunga>>.
Fernando Alonso ammette obiettivamente: <<In qualifica non so quel che è successo alla macchina che è andata benissimo nei turni di prove libere. Nel momento decisivo è mancato qualcosa ed ho preferito non forzare per evitare il dispiacere di non essere in griglia di partenza. Domani comunque possiamo fare meglio. Dipenderà molto dalla partenza>>.
Giancarlo Fisichella deluso: <<Sembrava che le modifiche ci dessero otto decimi di miglioramento e forse ci siamo illusi col piazzamento di Sutil nelle libere 3. Nel momento della verità io sono rimasto fuori al primo taglio e Adrian al Q2. Ritenevamo di essere da Q3>>.
Ancora di più deluso Jarno Trulli: <<Non so cosa succede. Nelle libere avevamo acquisito delle certezze che in qualifica non ci sono state. E’ mortificante rimanere fuori nella Q1 e ci consoliamo con la Q2 di Glock, che però rimane una magra soddisfazione per le potenzialità che ritenevamo di avere>>. (ore 16:30)

 

NO COMMENTS

Leave a Reply