Raikkonen: Obiettivo raggiunto

Raikkonen: Obiettivo raggiunto

Valencia – Lo aveva detto ieri che puntava al podio. E sul podio lo abbiamo ritrovato. Il terzo della stagione, secondo terzo posto. Una buona replica dopo il secondo posto in Ungheria.
<<E’ andato tutto bene – dice il soddisfatto Kimi Raikkonen – Il nostro obiettivo era arrivare a podio e ci siamo riusciti. La buona partenza mi ha permesso di fare la gara d’attacco che volevo fare e il mio successivo obietto era quello di superare il pilota che avevo davanti. Che per buona parte della gara è stata Barrichello e dopo Kovalainen che ho superato al secondo pit stop. Domenica prossima il Belgio. Chissà se è la volta buona per agguantare la vittoria>>.
Stefano Domenicali continua a dire che Badoer ha fatto quel che gli si chiedeva di fare e preferisce parlare del terzo posto di Raikkonen: <<Kimi è un grande pilota e sa dare le soddisfazioni al momento giusto. Questo terzo posto dopo il secondo in Ungheria ci motiva ancora di più. Noi siamo concentrati già sulla monoposto 2010 ma non rinunciamo a lottare per essere protagonisti in questo mondiale. Il terzo posto obiettivamente sarà un problema con questa McLaren così forte>>.
Rubens Barrichello piangeva quando ancora era seduto nella monoposto nelle fasi di decelerazione dopo avere tagliato il traguardo. Non nasconde le lagrime quando si toglie il casco. <<Una magnifica vittoria dedicata a Felipe. L’ho inseguita per dieci gran premi quest’anno e finalmente ci sono riuscito. Non so se senza l’errore della McLaren ci sarei riuscito ma è certo che sono stato sempre in gara per il podio e per la vittoria>.
Jenson Button sorride: <<Lontano dal podio è vero ma è andata bene. Siamo tornati competitivi mentre i nostri più diretti rivali non sembra siano nelle stesse condizioni di prima della sosta>>.
Lewis Hamilton non ne vuole sentire. Dopo le diplomatiche dichiarazioni di prammatica in sala stampa non vuole parlare. Non gli diamo torto. Oggi poteva essere la sua seconda vittoria stagionale consecutiva e la conferma di un trend che potrebbe prolungarsi per il resto del campionato. Un recupero difficile ma il campione del mondo in carica non rinuncerà al suo ruolo recuperato.
Robert Kubica sa fare cabaret quando vuole: <<Un buon cordiale per una stagione da fantasma. Avevo detto che sarebbe stato un successo prendere un punto>>.
Sebastian Vettel fa vuon viso a cattivo gioco: <<Già sabato avevamo avuto problemi con la perdita di olio. Oggi è andata peggio. Era andata male già in partenza quando ho perso la posizione, poi c’è stata l’imprevista seconda sosta subito dopo la prima e per concludere il motore che è andato. Ci rifaremo>>.
Anche Webber fa il filosofo: <<Oggi a me domani a te. Bisogna lottare >>. (ore 16:30)
 

NO COMMENTS

Leave a Reply