Raikkonen: E’ andata come sentivo. Dobbiamo continua a lottare

Raikkonen: E’ andata come sentivo. Dobbiamo continua a lottare

Spa-Francorchamps – Un tiepido abbraccio fra Stefano Domenicali e Kimi Raikkonen. Iceman, si sa, non ama le effusioni, è un introverso (non ha neanche telefonato a Massa per chiedergli notizie). Ma quell’abbraccio quasi tra nemici, tanto quanto basta, non è passato insosservato. L’anno scorso Kimi non ha avuto un buon rapporto con il team e quest’anno finché c’è stato Massa non ha avuto riguardi particolari. Come merita. Ora che è diventato il salvatore della patria non vuole trattamenti diversi. E se ne sta nelle sue. Neanche un sorriso sul palco del suo diciottesimo trionfo, quarto nella Ardenne.
<<Avevo sensazioni strane. E’ stata una vittoria bella e cercata. L’entrata in pista della safety car forse ha anticipato la soluzione ma ero convinto che comunque avrei superato Fisichella nella parte dove il kers consente lo spunto maggiore. Ora dobbiamo fare altrettanto a Monza>>. Non vuole aggiungere altro.
Stefano Domenicali riconosce (come potrebbe farne a meno): <<Kimi è un grande pilota e lo ha dimostrato. Come team non abbiamo mai mollato e poco per volta ci siamo avvicinati ai migliori. Che sono cambiati gara dopo gara. Come oggi la Force India. Impensabile. A Monza speriamo di avere due piloti a punti>>.
A proposito di piloti. Luca Badoer ultimo al traguardo su 14 arrivati. <<Non so se la mia avventura finisce quì. Ho la consapevolezza di avere fatto quel che potevo a Valencia come a Spa>>.
Giancarlo Fisichella, un secondo posto che è una vittoria: <<Abbiamo cancellato lo 0 dalla nostra casella. Possiamo fare altri punti anche a Monza. la macchina è nettamente cambiata ed oggi abbiamo dimostrato di essere all’altezza di Ferrari e Red Bull. Il sogno cominciato sabato con la pole position si è avverrato. Forse senza la safety car avrei potuto vincere>>.
Jarno Trulli depresso: <<C’è una maledizione che mi perseguita. Cosa vuoi che dica. Arrivare così davanti e in modo inspiegabile e poi vedersi sbattuto fuori da un incidente che tutto sommato si poteva evitare. E’ che tutti hanno fretta di fare l’impossibile sin dalle prime battute e quando capiti una curva come la Source o ci arrivi nelle migliori condizioni o ci rimani. Certo non ho fatto una bella partenza. Fossi partito come dovevo ne sarei rimasto fuori ed avremmo potuto raccontare un’altra storia>>.
Rubens Barrichello, altri due punti più vicino a Button: <<Non so cosa mi sia successo in partenza. Mi sono ritrovato in quindicesima posizione e da lì ho cominciato la rimonta fino al sesto posto. Ma il motore per lo sforzo stava per giocarmi un brutto tiro. Ho temuto di restarci in quei due ultimi lunghissimi giri>>.
Sebastien Vettel: <<Continuo a ripetere che il campionato è apertissimo. Rimaniamo in quattro in corsa. Le prossime cinque gare non bisogna sbagliare nulla>>. (ore 17:00)

NO COMMENTS

Leave a Reply