GP Italia, Force India con Sutil nelle libere 2

GP Italia, Force India con Sutil nelle libere 2

Monza – Nemesi in agguato. Va via Fisichella ma la Force India dimostrando i progressi di Spa si getta nella mischia con la forza della grande monoposto e a chiusura della giornata vola in pole position provvisoria con Adrian Sutil che con 1’23″936 ha tolto la soddisfazione a Grosjean di chiudere la sessione davanti a tutti e col tempo migliore della giornata ha battuto Hamilton che stamane con la sua McLaren aveva fatto 1’23″936. Una prima fila inedita alla quale fa da contraltare la seconda tutta Renault nella quale la matricola Grosjean, seppure di 134 millesimi, ha fatto meglio del due volte campione del mondo Alonso, sempre più in “odore di Ferrari”.
E’ stato un pomeriggio dai riscontri indecifrabili anche se motivi di certezze per alcune squadre ce ne sono. Appare scontato che la Force India con Sutil abbia cercato la prestazione sul giro e col carico di carburante ridotto al minimo l’ha ottenuta. Ma le qualità di questa monoposto rimangono valide anche per la gara. L’esordiente Liuzzi si è dato da fare come sa fare, con coraggio e determinazione. Lo stesso ha fatto la Renault con Grosjean mentre ad Alonso è stata affidato il lavoro in funzione gara. In questo contesto trova spazio la Bmw che sta dimostrando una vitalità ed una voglia di fare fin oggi cloroformizzate da prestazioni allucinanti. Anche oggi pomeriggio Kubica ed Heidfeld sono rimasti sempre tra i protagonisti del cronometro ed hanno chiuso la sessione rispettivamente al quinto e settimo posto in ritardo di 698 e 769 millesimi, in pratica confermando, a posizioni ribaltate, le prestazioni del mattino. La McLaren ha svolto lavoro differenziato: Hamilton (undicesimo) dopo l’exploit sul giro mattutino si è dedicato al passo gara (ottimo) mentre Kovalainen ha tentato di guastare la festa a Sutil accontentandosi del quarto posto.
La Ferrari è ovvio che cerchi conferme alla striscia da podio di Raikkonen con il quarto consecutivo, possibilmente secondo da primo posto. Il finlandese ha impegnato le due sessioni nella ricerca di passo gara con riscontri che lasciano sperare bene in suo inserimento nella lotta al vertice, tenuto anche che i lunghi rettilinei gli mettono le ali quanto inserisce il kers. Fisichella è in fase di mbientamento. Il suo traguardo massimo in questo week end d’esordio in Ferrari è evitare le trappole della Q1 e possibilmente accedere alla Q3. Dal punto di vista prestazionale i riscontri migliori li ha forniti stamane quando è riuscito a fare 1’24″732 (ottavo posto) mentre nel pomeriggio ha chiuso ultimo (1’25″543) guardando sconsolatamente la “sua” Force India in cima alla classica.
Buone chances sembra averle anche la Toyota. Ma aspettiamo le verifiche della qualifica. BrawnGP e Red Bull non è scontato che si nascondino. Se lo fanno è per mascherare l’attuale momento non brillante che le accomuna. Oggi pomeriggio la BrawnGP ha registrato il sedicesimo posto di Barrichello e il diciannovesimo di Button, la Red Bull il quattordicesimo di Webber e il diciottesimo di Vettel. Domani, comunque, dovranno uscire alla scoperto e tirare fuori tutto quel che hanno perché con l’appiattimento delle prestazioni registrato oggi i quattro piloti corrono il rischio di non entrare neanche nella Q2.
Domattina alle 11 le ultime prove libere e nel pomeriggio alle 14 le qualifiche. (ore 16:30)

NO COMMENTS

Leave a Reply