Melbourne – Domenica il circuito dell’Albert Park di Melbourne ospiterà la seconda “tappa” del Mondiale F1.
Il circuito, ed il parco omonimo, sorgono nella zona residenziale di Santa Kilda, a sud della città in un quartiere molto pittoresco che ospita molti impianti sportivi e ricreativi.
Il Gran Premio d’Australia, dal 1985 valevole per il Mondiale di Formula 1, vanta un’antica tradizione cominciata addirittura negli anni ’20. Nel corso dei decenni seguenti, la gara fu disputata su diversi circuiti locali con vari tipi di vetture, tra cui le F2, le Sport e talvolta qualche F1 privata. Melbourne cominciò nel 1996 (prima la sede era Adelaide, ndr.) e fu considerata la miglior piazza per correre secondo il parere della gente locale. Fu doppietta Williams dove vinse Damon Hill, mentre Jacques Villeneuve conquistò la pole position ma poi perse la testa per un problema alla macchina.
Il Gran Premio d’Australia offre gare interessanti e spesso caotiche. In realtà non si tratta di un vero e proprio circuito permanente, quanto di un semicittadino, seppur con medie orarie paragonabili a quelle di un autodromo. Il tracciato gira intorno al lago dell’omonimo parco, sono quasi assenti le vie di fuga e spesso i Gran Premi sono interrotti dalla Safety Car. Il circuito dell’Albert Park, infatti, è un misto di curve a media, alta e bassa velocità, con la prima curva dedicata al campione del mondo locale 1980, Alan Jones, spesso teatro di incidenti. Infatti delle 14 corse fin qui svolte, cinque hanno vissuto momenti significativi qui e alla curva 3, dove Martin Brundle ebbe un tremendo incidente con la Jordan nel 1996, così avvenne la collisione tra Villeneuve e Ralf Schumacher che causò addirittura la scomparsa di un commissario nel 2001. Altro problema è dato dall’aderenza aleatoria che cambia in modo repentino dal primo giorno di prove libere a quello della gara. Tra le strade dell’Albert Park si è quasi sempre cominciato il nuovo mondiale, tranne in due occasioni, che però non hanno dato le stesse emozioni dell’Australia.
E’ successo anche quest’anno, dove si è corso in Bahrein il primo GP stagionale, che però ha regalato poche emozioni. Riguardo le condizioni meteorologiche tutto può accadere all’Albert Park. Per tutto il week-end gli esperti prevedono cielo coperto e piogge seppure deboli e in alternanza a schiarite.  (ore 12:24)

NO COMMENTS

Leave a Reply