Shanghai – Cominciata male finita peggio la giornata della Ferrari, anche se le due monoposto in pista nella seconda sessione di prove libere si sono viste con maggiore frequenza rispetto alle concorrenti nel tentativo di recuperare un gap prestazionale evidente che preoccupa.
Il Gran Premio di Cina comincia nel segno delle McLaren. Favorite dalla loro velocità di punta in rettilineo le vetture di Woking hanno chiuso la giornata con i migliori tempi in entrambe le sessioni di prove libere, stamane con Jenson Button e oggi pomeriggio con Lewis Hamilton il quale con 1’35″217 ha segnato il tempo della pole position provvisoria. Dietro ad Hamilton la Mercedes di Nico Rosberg (1’35″465) che ha fatto meglio di Button (1’35″593) e dell’altra Mercedes di Schumacher (1’35″602). I migliori primi quattro in pratica sono gli stessi della mattina con Hamilton che è passato dal nterzo al primo posto, Button dal primo al terzo, mengtre Rosberg e Schumacher hanno mantenuto le stesse posizioni con il più giovane tedesco davanti al “vecchio” di 137 millesimi molto di meno di stamane quando il divario era stato di oltre mezzo secondo.
Le Red Bull Renault di Sebastian Vettel e Mark Webber ha dovuto ancora lasciare la scena alle quattro monoposto con motore Mercedes: il tedesco quinto e l’australiano sesto ad oltre mezzo secondo di distacco dallo scatenato Hamilton.
Il venerdì di passione della Ferrari dopo le bruttissime notizie della mattina è proseguito, seppure segnando un leggero ma insufficiente miglioramento prestazionale. Vero è che per la Ferrari il venerdì è solitamente dedicato alla ricerca del passo gara con parecchio carburante a bordo, ma è anche vero che dopo il forzato stop mattutino di Alonso (motore ancora in fiamme) e la opaca prestazione di Massa si aspettava che il tream di Maranello desse un segnale per tenere lontana la preoccupazione di un flop cinese. Il migliore tempo dei ferraristi rimane quello della mattina di Massa con 1’36″098 mentre oggi pomeriggio più veloce è stato Alonso,decimo dopo 33 giri, ma con 1’36″604 che ha preceduto Massa, undicesimo dopo 36 giri, con 1’36″944. In distacco da Hamilton sono 1 secondo 387 millesimi per lo spagnolo e 1 secondo 727 millesimi per il brasiliano. Fernando stamane stava utilizzando il propulsore già impiegato in Bahrain che dopo le qualifiche della prima gara vittoriosa era stato sostituito per ragioni precauzionali. Nel pomeriggio non si sa. Ma la Ferrari per non incorrere in penalità può solo continuare a montare motori già usati.
Meglio delle due Ferrari hanno fatto la Force India di Sutil (settimo), la Toro Rosso di Alguersuari (ottavo) e la Renault di Kubica (nono). Il tempo stringe e la Ferrari deve… correre per arrivare alle qualifiche competitiva.
Domani quando in Italia saranno le ore 5 del mattino il terzo e conclusivo turno di prove libere; le qualifiche scatteranno alle 08:00, sempre ora italiana (ore 10:00 in Italia).

SHARE
Rino Cortese
Milanese d'adozione, siciliano di nascita, è cresciuto a pane e Formula 1. E non intende smettere. Anche se la F1 cambia in continuazione e non ci saranno più piloti come Senna e Prost.