Shanghai – Dopo avere assistito al potere McLaren dominatrice con Button prima e Hamilton dopo delle due precedenti sessioni di prove libere, la Red Bull Renault nel turno conclusivo delle libere ha voluto dimostrare che le sue ambizioni iridate rimangono intatte. Il giro veloce lo ha fatto Mark Webber con 1’35″323. L’australiano ha tolto ad Hamilton la soddisfazione di “firmare” anche queste prove. L’inglese è stato relegato al secondo posto con un distacco di 241 millesimi ma il suo 1’35″217 delle libere 2 rimane il migliore crono delle tre prove libere. L’altra Red Bull di Vettel, vincitore in Malesia, ha concluso al terzo posto a 368 millesimi dal compagno di squadra. In questa alternanza Red Bull-McLaren al quarto posto si è inserita la McLaren di Button a 424 millesimi da Webber.
Perentoria riscossa della Ferrari almeno con Fernando Alonso che ha girato con il tempo dei migliori con 1’35″857  ma ad oltre mezzo secondo dalla Red Bull di testa, mentre Massa non ha saputo tenere lo stesso passo ed ha chiuso nono con 1’36″416, +1″093 da Vettel, preceduto da Schumacher-Mercedes (settimo) e da Kubica-Renault (ottavo). Il sette volte campione del mondo ancora una volta è stato superato dal compagno di squadra Rosberg tra i sei in 1’35”, sesto a 1 secondo e 90 millesimi da Webber. Tra Rosberg e Schumacher 349 millesimi di differenza. Il russo Petrov, come Buemi il giorno prima, all’uscita dell’ultima curva che imette sul rettilineo del traguardo ha persom il controllo della Renault che è finita distrutta nell’anteriore contro le barriere. Il pilota illeso ma ora al box si dovrà lavorare in fretta per rimetterlo in pista tra qualche ora per le qualifiche, che prenderanno il via quando in Italia saranno le 8, per definire la griglia del Gran Premio di Cina che si corre domani. (ore 06:30 in Italia)

SHARE
Rino Cortese
Milanese d'adozione, siciliano di nascita, è cresciuto a pane e Formula 1. E non intende smettere. Anche se la F1 cambia in continuazione e non ci saranno più piloti come Senna e Prost.