Montreal – Lewis Hamilton dichiara le sue intenzioni. 1’16″058 se non è tempo da pole e lì vicino, nel senso che in qualifica si potrà scendere dentro l’1’15”. Decisivo per il pilota della McLaren Mercedes è stato il crono del terzo segmento fatto in 30″3 contro i 30″4 di Webber, secondo a 282 millesimi con la Red Bull Renault, e i 30″6 di Alonso con la Ferrari, terzo a 437. I tre si sono equivalsi nel tratto di mezzo, 24″4, mentre Webber è stato il più veloce nel tratto di avvio (21″0) seguito da Alonso (21″1) e da Hamilton (21″2).
Ma questi tre piloti non possono ritenere che la pole sarà una questione di loro esclusiva pertinenza perché dopo Alonso ottimi riscontri ha ottenuto Schumacher con la MercedesGP, quarto a 478 millesimi, e soprattutto Vettel con l’altra Red Bull Renault, primo nelle libere 2 e stamane quinto a oltre mezzo secondo con una sequenza di 21″1-24″4-30″5 che dimostra come il tedesco dovrà solo perfezionare il terzo tratto nel quale dimostra di non essere a suo agio.
Nell’1’16” di Hamilton sono entrati anche Kubica (Renault), sesto a 595 millesimi, Sutil (Force India Mercedes) settimo a 615, Button (McLaren Mercedes) ottavo a 641, Liuzzi (Force India Mercedes) nono a 756, e Petrov (Renault) decimo a 924 millesimi.
Deprimenti stamane i riscontri per la Ferrari di Massa, dodicesima a 1″173, e la MercedesGP di Rosberg, diciottesima a 1″921.
Quando in Italia saranno le 19:00 scatteranno le qualifiche. (ore 17:30) 

NO COMMENTS

Leave a Reply