Valencia – Prossima fermata Valencia. Tutti, almeno quelli che possono, all’assalto della McLaren, la sorpresa della stagione contro ogni pronostico che continua a dare la Red Bull favorita.
Michael Schumacher nonostante i riscontri negativi di questa parte della stagione vede positivo per Valencia perchè arriveranno sulla Mercedes aggiornamenti importanti che dovrebbero permettere il salto di qualità alla squadra tedesca fino appena sufficiente, almeno con Rosberg. <<Valencia è per me una novità – ha detto il sette volte campione del mondo – perchè non vi ho mai corso, dunque è un’altra esperienza. Per questo motivo non vedo l’ora di vedere come andrà a finire. In genere non ho mai avuto difficoltà ad imparare subito un nuovo tracciato e spero sia così anche nel prossimo weekend. Ho parlato con i miei ingegneri per mettere a punto i dettagli per fare del nostro meglio. A Valencia porteremo dei nuovi aggiornamenti che dovrebbero aiutarci a migliorare la situazione. In Canada abbiamo visto che siamo migliorati, il passo era migliore anche se non è stato evidenziato dal risultato. Arriviamo in Spagna con grandi obiettivi>>.
Anche Nico Rosberg, vuole fare punti pesanti. <<Sarà la terza volta della Formula Uno a Valencia e non vedo l’ora che arrivi il prossimo fine settimana – ha detto Rosberg – Valencia è una pista veramente buona e non ciò che di solito ci si aspetta da un circuito cittadino. Ci sono un sacco di curve, ma è abbastanza veloce e scorrevole, il che combinato con gli ostacoli del circuito significa che si dovranno tenere i livelli di concentrazione elevati. L’ultimo weekend di gara in Canada è stata piuttosto duro per noi, ma ho avuto il piacere di finire in sesta posizione e fare punti dopo essere sceso fino in tredicesima posizione al primo giro. Il nostro passo è stato buono in gara e spero che gli aggiornamenti che la squadra ha fatto per Valencia porteranno ulteriori miglioramenti>>.
In Ferrari saranno pronte F10B dotate di nuovi scarichi in posizione bassa, capaci di migliorare la prestazione complessiva delle monoposto. <<Valencia è una gara importantissima per il prosieguo della stagione – commenta Stefano Domenicali – Dal punto di vista tecnico il circuito è molto impegnativo, e può rappresentare la svolta>>.
Al termine del campionato mancano 11 gare, Fernando Alonso ha ancora tutte le carte in regola per giocarsi il titolo iridato. I 15 punti di distacco da Hamilton sono recuperabili, tanto più se si pensa che in Canada la Ferrari poteva vincere. La vittoria non è venuta per alcuni dettagli che non pregiudicano il giudizio sulla prestazione complessiva di macchina e squadra. Quanto alle critiche mosse nei confronti di Alonso, accusato da alcuni di essere poco aggressivo, la Ferrari non commenta.
La Red Bull non non sembra più essere la regina del Circus ma vuole tornare subito a dominare con l’utilizzo del suo sistema F-duct che dovrebbe essere l’arma della riscossa dopo i due successi consecutivi della McLaren. Il team di Milton-Keynes aveva utilizzato una versione embrionale del sistema nelle libere ad Istanbul ma ha deciso di svilupparlo ulteriormente piuttosto che riutilizzarlo in Canada.
Sebastian Vettel è già concentrato sulla gara valenciana: <<Avremo l’importante novità dell’F-duct. Il nostro capo progetto, Adrian Newey, non ci ha seguito in Canada per restare in fabbrica e dare gli ultimi ritocchi al nuovo sistema>>. (ore 12:15)

SHARE
Rino Cortese
Milanese d'adozione, siciliano di nascita, è cresciuto a pane e Formula 1. E non intende smettere. Anche se la F1 cambia in continuazione e non ci saranno più piloti come Senna e Prost.